comuni italiani

Albano Laziale


Lazio >> Provincia di Roma >> Comuni in Provincia di Roma






Comune di Albano Laziale


Albano Laziale

Centro abitato del Lazio in provincia di Roma con 12.803 abitanti, situato a 378 m di altezza, 25 km a SE di Roma. Il comune, di 23,8 kmq, ha 19.659 abitanti (24.606 nel 1991)

Storia. Le origini di Albano Laziale risalgono al sec. V d. C. nel corso del sec. X fu concesso in feudo alla famiglia Savelli dail'imperatore Ottone I e, intorno al 1100, venne saccheggiato dall' antipapa Clemente III. nel 1285 il Papa Onorio IV lo restituì ai Savelli che lo governarono fino al 1697, quando Innocenza XII l'incorporò al territorio pontificio.

Urbanistica. La pianta d'Albano Laziale, di forma all' incirca triangolare, segue in parte quella dell'antico accampamento legionario (Castra Albana) istìtuitovi dall'imperatore Settimio Severo (sec. III d. C.).

Monumenti. I resti monumentali dell'ingresso all'accampamento, la Porta Praetoria a tre fornici e due torri, sono tornati alla luce a causa d'un bombardamento nel 1944; ruderi di un anfiteatro e di altre costruzioni romane si trovano inoltre in via S. Francesco e nella Villa Comunale (già Doria); tuttora in efficienza è il cosiddetto cisternone, grandiosa piscina sotterranea fatta scavare nella roccia dallo stesso Settimio Severo.




Gli edifici medievali sono stati quasì tutti successivamente rinnovati: così il duomo (S. Pancrazio), restaurato nel sec. XVIII, e la chiesa di S. Pietro, che conserva un campanile romanico; notevole anche la chiesa di S. Maria della Rotonda, costruita sull' antico ninfeo della villa di Domiziano, a pianta circolare con quattro nicchie, una delle quali affrescata (Storie della Croce, sec. XV).

Cisternone. Deposito sotterraneo di acqua, capace di 10.000 mc e tuttora in funzione, costruito per le necessità della II legione, acquartierata nei Castra Albana, accampamento che Settimio Severo istitui, per proteggere Roma, nei confini di una villa appartenuta all'imperatore Domiziano.

Duomo. Costruzione barocca, eretta su una basilica costantiniana del IV, di cui si vedono ancora le colonne.

Porta Pretoria. Messa in luce da un bombardamento del 1944, fiancheggiata da due torri, era l'ingresso principale ai Castra Albana.

Santa Maria Della Rotonda. Chiesa costruita sul ninfeo, grotta di forma tipicamente circolare, di una villa romana. Il campanile romanico è del XIII.

San Pietro (VI sec.). Edificio basilicale con frammenti romani nel portale. All'interno, il recinto dell'altare maggiore è formato da due stipiti romani. Il campanile romanico è tipicamente laziale.

Tomba degli Orazi e Curiazi. Sepolcro di epoca repubblicana, attribuito dalla leggenda ai fratelli combattenti ad Alba Longa, nel famoso duello.

Lago di Albano. Il lago di Albano, detto anche lago di Castelgandolfo, è di origine vulcanica e il suo alveo risulta dalla fusione di due crateri congiunti.

Posto a 293 m di altezza ed esteso per, circa 6 kmq, è lungo km 3,5 (con direzione da NO a SE) e largo km 2,3 e il suo perimetro è di c. 10 km; profondità massima 170 m. Un emissario artificiale di epoca romana scarica le sue acque in un fosso sotto Castelgandolfo. Discreta la pesca.




INFORMAZIONI UTILI:

STATO : Italia
REGIONE : Lazio
ALTITUDINE : 378 m s.l.m.
SUPERFICIE : 23,8 kmq
ABITANTI : 19.659
FRAZIONI : Cecchina, Pavona
COMUNI CONTIGUI: Rocca di Papa, Ardea, Ariccia, Roma, Castel Gandolfo
CAP : 00041
PREFISSO TEL. 06
NOME ABITANTI : Albanensi
FESTA PATRONALE: 12 Maggio
SANTO PATRONO : San Pancrazio Martire
GIORNO DI MERCATO : - Giovedì mattina ad Albano e Cecchina
- Martedì mattina a Pavona




Foto di Albano Laziale

Veduta di Porta Pretoria Campanile di S. Pancrazio Palazzo Savelli
Veduta di Porta Pretoria Campanile di San Pancrazio

Palazzo Savelli