comuni italiani

Amalfi (Salerno)


Campania >>

Comune di Amalfi

Amalfi

Amalfi, la fantastica cornice della costiera amalfitana

Città della Campania in provincia di Salerno con 5.183 abitanti, situata sulla costa meridionale della penisola sorrentina. L'intero territorio comunale misura 6,11 kmq e ha 7.163 abitanti (6.136 nel 1991). Attività la pesca ed il turismo favorito dal clima, mite anche d'inverno a causa del riparo che offrono i monti. Lattari, che incombono sulla costa. Buone le risorse agricole (vino, agrumi, frutta).

Monumenti. Il duomo (Sant'Andrea) e l'annesso chiostro del Paradiso, elegante esempio di architettura arabeggiante, con colonnine binate e un aereo gioco di archi intrecciati, rappresentano i monumenti artisticamente più importanti di Amalfi.

Tuttavia, mentre il campanile è quello innalzato nel secolo XIII, la facciata del duomo è stata ricostruita a imitazione di quella romanica crollata nel 1861; l'interno a tre navate, che ha subito rimaneggiamenti settecenteschi, conserva un pulpito romanico e due statue (Santo Stefano e San Lorenzo) opera di Pietro Bernini. L'imponente portale in bronzo venne fuso a Costantinopoli prima del 1066.




Arsenale della Repubblica. Se ne vedono i resti, dietro i vetri di due arcate a ogiva, consistenti in due grandi navate a sesto acuto su dieci pilastri. Vi si costruivano grandi galee, da 112 e 116 remi.

Il chiostro del paradiso ad Amalfi. Eretto accanto al Duomo tra il 1266 e il 1268 per seppellirvi i cittadini illustri, vi sono raccolti oggi importanti pezzi di scultura romana e medievale, come i sarcofaghi scolpiti con "Le nozze di Peleo e Teti" e "Il ratto di Proserpina" e frammenti dell' antica facciata del Duomo. Ma la suggestione piu immediata e piu intensa che ne sprigiona è quella di un angolo incantato giunto fin qui dall'Oriente.

Chiostro dei Cappuccini (XIII sec.). Si trova, oggi, all'interno dell'albergo omonimo.

Chiostro del Paradiso (1266-68). Accanto al Duomo, risente l'influsso dell'architettura araba.

Chiose di San Francesco (XIII sec.). All'interno dell'albergo Luna.

Duomo (IX sec.). Antichissimo, piti volte ampliato e rimaneggiato; la facciata è un falso tardo ottocentesco, che imita le originali forme duecentesche. Il portale maggiore ha una splendida porta di bronzo con figure in rilievo di Cristo, della Madonna e di Santi, fusa a Costantinopoli prima del 1066.

All'interno, rifatto in forme barocche, in fondo alla navata destra, si trova la bella tomba del vescovo Andrea d'Acunto dell'inizio del XVI. Della costruzione originale restano due colonne, due candelabri e due amboni decorati a mosaico, del XII-XIII.

La cripta, del XIII, è stata rifatta nel XVIII. La Cappella del Crocifisso, cui si accede dal Duomo, corrisponde alla primitiva costruzione: nel passaggio che conduce al Chiostro del Paradiso, resti di affreschi del XIV di un seguace meridionale di Pietro Cavallini. Discretamente conservato il campanile, iniziato nel 1180, che nel 1389 servi da estremo rifugio agli Amalfitani in lotta con gli Angioini.




Informazioni Utili :


STATO : Italia
REGIONE : Campania
ALTITUDINE : 6 m s.l.m.
SUPERFICIE : 6,11 kmq
ABITANTI : 7.163
FRAZIONI : Pogerola, Lone, Pastena, Vettica, Tovere
COMUNI CONTIGUI: Scala, Agerola, Conca dei Marini, Atrani, Furore
CAP : 84011
PREFISSO TEL. 089
NOME ABITANTI : Amalfitani
FESTA PATRONALE: 30 Novembre
SANTO PATRONO : Sant'Andrea Apostolo
GIORNO DI MERCATO : Martedì





Foto di Amalfi

Vista panoramica La Cripta Monumento a Flavio Gioia
Vista panoramica La Cripta Monumento a Flavio Gioia