comuni italiani

Arzachena


Sardegna >> Provincia di Olbia Tempio >> Comuni in Provincia di Olbia Tempo



Comune di Arzachena

Arzachena

Cittadina della Sardegna, in provincia di Olbia-Tempio, con 4.105 abitanti, situata in posizione panoramica su un colle della Gallura a 83 metri di altezza. Stazione ferroviaria sulla linea Tempio-Palau Marina. nel territorio comunale, di 228,61 kmq con 4.618 abitanti (6.157 nel 1991), la popolazione si dedica prevalentemente all' agricoltura, all' allevamento del bestiame, nonché al turismo. Notevole la produzione del sughero.

Monumenti. In vicinanza del centro abitato esistono numerosi sepolcri megalitici e abitazioni troglodite del periodo nuragico.

Tempietto di Malachittu. Nelle colline a nord della piana di Arzachena si trova il complesso di Malchittu di cui fanno parte una grande capanna, i resti di una nuraghe, numerosi tafoni funerari ed un edificio di culto.

Quest'ultimo è una costruzione a pianta ellissoidale suddivisa in due parti: il vestibolo anteriore e il corpo principale che racchiude una camera. Il vestibolo elimitato da due bracci: quello sinistro, per chi entra, ha una spalla muraria rettilinea mentre quello di destra è curvilineo ed è raccordato all'arrdamento dell'impianto murario del monumento.

L'ingresso dell'atrio era molto probabilmente aperto. La parete di fondo, invece, costituisce la facciata del tempietto. La facciata culmina con un frontoncino triangolare che ha al centro un finestrino di scarico, mentre nella parte inferiore si trova la porta di ingresso alla camera retrostante.

La porta è architravata sia all'esterno che all'interno. La camera sub rettangolare ha angoli arrotondati e pareti curvilinee. Appoggiato al muro di fondo si trova un bancone votivo alto un metro e largo sessanta centimetri.

Sul lato sinistro del muro si aprono quattro nicchiette. Al centro della camera delle lastrine accostate formano il focolare.

L'ottimo stato di conservazione del monumento permette di avere un'idea precisa dell'aspetto... originariò nonostante il crollo delle travi in legno che reggevano il tetto, a due falde, in frasche, del vestibolo e della camera.

Come già detto il tempietto fa parte di un complesso nuragico articolato in vari edifici. Tutto il sito doveva essere difficilmente accessibile sia per la natura impervia e la forte pendenza sia perché la parte dell'altura rivolta a sud è cinta da murature megalitiche di cui oggi rimangono pochi filari.

La grande capanna circolare si trova su un piccolo terrazzamento della pendice granitica, più in basso rispetto al tempietto. Le pietre di granito che formano i primi filari sono di misure notevoli, mentre quelle successive si riducono notevolmente. Oggi l'altezza massima residua esterna è di due metri e cinquanta.

Più oltre, verso l'alto, si incontrano le rovine di un nuraghe "a corridoio" di cui si intravede ben poco a causa del crollo. Si capisce, comunque, come l'andamento delle mura perimetrali sia condizionato dalla natura del terreno e come la costruzione del nuraghe circondasse quasi totalmente l'affioramento granitico che sovrasta la collina.

Quasi ostruiti dai crolli vi sono due ripari sotto roccia probabilmente, in origine, inglobati dal nuraghe. All'interno sono stati rinvenuti frammenti ceramici così come negli altri che si aprono nelle pendici. Anche nel tempietto sono stati effettuati dei ritrovamenti.

All'interno della camera sono stati riscontrati due strati archeologici diversi, separati da uno sterile, che corrispondono a due distinti momenti di vita. Uno più antico, legato all'utilizzo dell'edificio come luogo di culto, l'altro più recente, legato probabilmente ad un uso civile cel monumento.

I resti ceramici dei due strati mostrano tratti comuni e sono prevalentemente tegami con orlo, ciotole carenate, vasi con decorazioni verticali. Sia le caratteristiche della ceramica che della struttura arcnitettonica suggeriscono una datazione compresa tra il XVI e X secolo a.c.

Come si raggiunge. Dall'abitato di Arzachena si prende la statale 125 per Olbia, Dopo 2 km si posteggia sulla sinistra nello spiazzo del centro informazioni del nuraghe Albucciu. Da qui si imbocca la strada sterrata laterale alla costruzione e si prosegue verso nord. Si supera il primo cancello e si procede fino ad incontrare una casa rurale.

Dopo aver oltrepassato un altro cancello si percorrono altri 800 m fino ad incontrare un rilievo granitico alla sinistra della strada, Si devia a sinistra lungo un altro sterrato con modesta pendenza e dopo 100 m ci si inoltra, sempre a sinistra, in un stretto sentiero tra i cisti. Il tempietto lo si incontra al termine della salita sotto il versante destro del rilievo granitico.









Informazioni Utili:

STATO : Italia
REGIONE : Sardegna
ALTITUDINE : 83m s.l.m.
SUPERFICIE : 228,61 kmq
ABITANTI : 4.618
FRAZIONI : Abbiadori, Baja Sardinia, Cannigione, Porto Cervo
COMUNI CONTIGUI: Olbia, Palau, Tempio Pausania, Sant'Antonio di Gallura, Luogosanto, Luras
CAP : 07021
PREFISSO TEL. 0789
NOME ABITANTI : Arzachenesi
FESTA PATRONALE: Maggio e III domenica di settembre
SANTO PATRONO : Santa Maria della Neve
GIORNO DI MERCATO : Piazza Risorgimento : mercoledì





Foto di Arzachena

Porto Cervo Baja Sardinia Nuraghe Albucciu
Porto Cervo Baja Sardinia Nuraghe Albucciu