comuni italiani

Bressanone


Trentino Alto Adige >> Provincia di Bolzano >> Comuni in provincia di Bolzano

Comune di Bressanone


Bressanone

Il comune di Bressanone conosciuto per i mercatini di Natale

Città del Trentino-Alto Adige, in prov. di Bolzano, con 10.095 abitanti, a 559 m di altezza sulla destra del fiume Isarco, alla confluenza con il fiume Rienza della Val Pusteria. E' uno dei più noti posti di villeggiatura estiva e autunnale per la sua pittoresca posizione e per il clima mite e saluberrimo.

E' antica sede vescovile e il maggiore centro di studio (università estiva di Padova) e dell'arte altoatesina. Nel territorio comunale, ampio 30,1 kmq e con 13.456 ab. (16.025 nel 1991), sono fiorenti la viticoltura e la frutticoltura (mele e pere) sia per la quantità dei prodotti che per il valore dell'esportazione. Una centrale idroelettrica in caverna ha la potenza di 142.500 kW. Stazione ferroviaria sulla Bolzano-Brennero.




Storia. Ricordata per la prima volta in un documento dell'827 con il nome di Pressena (poi Brixina, donde l'it. Bressanone e il ted. Brixen), nel 901 fu concessa in donazione da Ludovico il Fanciullo al vescovo di Sabiona, i cui successori ne fecero la loro sede stabile a partire dal 992. Nel sec. XI divenne la capitale del principato vescovile omonimo, istituito in virtù dei diplomi imperiali di Corrado II (1027) e di Enrico IV (1091).

A partire dal sec. XIII i suoi vescovi furono in continua lotta con i conti del Tirolo che, ottenuto il diritto di avvocazia sulle terre brissinesi, miravano ad affermarvi sempre più la propria autorità; tale lotta si concluse nel 1511 con il riconoscimento della supremazia territoriale dei conti del Tirolo.

Durante la prima campagna d'Italia di Napoleone, nel 1797, la città fu occupata per breve tempo dalle truppe del gen. Joubert; nel 1803 il principato vescovile fu secolarizzato e annesso al Tirolo e successivamente, nel 1806, passò alla Baviera. nel 1814 la città e il territorio furono assegnati all' Austria; nel 1918, alla fine della prima guerra mondiale, fu occupata dalle nostre truppe e poi assegnata all'Italia.

Urbanistica e Monumenti. Caratteristiche le sue strade strette e i bassi portici d'aspetto medievale, mentre gotico, rinascimentale e barocco si fondono armonicamente nei principali edifici. Il più antico è il battistero (sec. XI), affrescato nei secc. XIII-XIV. Di notevole importanza è il chiostro costruito nel 1200, ma rimaneggiato nel sec. XIV, che conserva pregevoli affreschi (secc. XIII-XVI).

Il palazzo vescovile, edificato nelle forme del tardo Rinasciment., ha un bel cortile a tre ordini di logge (1599), di G. Reichkle. Notevole costruzione barocca è il duomo (1745-90), la cui facciata è fiancheggiata da due alti campanili con trifore romanico-gotiche. Nei suoi pressi si trova l'abbazia di Novacella (Neufstift), interessante per un bel chiostro gotico e la cappella di S. Michele, a pianta rotonda a due piani (sec. XI).

La città è ben fornita di strutture alberghiere, essendo una bellissima località di villeggiatura estiva e soprattutto metà di molti turisti nel periodo natalizio in corrispondenza del tradizionale Mercatino di Natale di Bressanone.

Concilio di Bressanone. Convocato il 25 giugno 1080 da Enrico IV, re di Germania, in risposta alla sentenza di scomunica, emanata contro di lui da Gregorio VII nel marzo dello stesso anno, decretò la deposizione di Gregorio VII per simonia ed eresia, ed elesse in sua sostituzione Guiberto, arcivescovo di Ravenna, con il nome di Clemente III; ma l'elezione fu giudieata illegale, Clemente III fu considerato come antipapa e il concilio fu chiamato conciliabolo.





INFORMAZIONI UTILI:

 

STATO : Italia
REGIONE : Trentino Alto Adige
ALTITUDINE : 559 m s.l.m.
SUPERFICIE : 30,1 kmq
ABITANTI : 13.456
FRAZIONI : La Mara, S.Andrea, Albes, Tecelinga, Cleran, Scezze, S.Leonardo, Tiles, Millan, Meluno, Monte Ruzzo, Pinzago, Perara, Caredo, Eores, Cornale, Sarnes, Costa d'Elvas, Elvas
COMUNI CONTIGUI: Velturno, San Martino in Badia, Funes, Varna, Luson, Naz-Sciaves
CAP : 39042
PREFISSO TEL. 0472
NOME ABITANTI : Brussinesi
FESTA PATRONALE: 02 Febbraio
SANTO PATRONO : Ingenuino ed Albuino
GIORNO DI MERCATO : - Mercato settimanale lunedì nel parcheggio di Via Brennero
- Mercato mensile secondo martedì del mese
- Mercato biologico in Via S. Albuino ogni 15 giorni
- Mercatino delle pulci per bambini (I settim. di maggio e agosto)
- Mercatino delle pulci a metà agosto in Via S. Albuino




Foto di Bressanone

 

Veduta del Paese Piazza del Municipio Piazza Palazzo vescovile
Veduta del Paese Piazza del Municipio Piazza Palazzo vescovile