comuni italiani

I Bronzi di Riace


Calabria >>

Archeologia in Calabria e i Bronzi di Riace


Calabria

Siti archeologici in Calabria

Lungo la costa ionica, da Crotone a Locri, sono presenti molti reperti di antichi insediamenti della Magna Grecia. Non è sicuramente trascurabile però il capoluogo di Reggio Calabria dove si possono ammirare gli splendidi Bronzi di Riace.

A scuola da Pitagora
Crotone, antica rivale di Sibari e di Locri, fondata nel 710 a.c. dagli Achei, celebre per le vittorie dei suoi atleti alle Olimpiadi (Milone), per le scuole di medicina,i filosofia Est matematica aperta da Pitagora. Sono ancora presenti alcuni tratti delle mura dell'antica città, mentre i reperti del proprio passato sono conservati nel Museo Archeologico nazionale.

Nei pressi di capo Colonna, in posizione panoramica sul mare, sono ancora presenti i resti dell'Heraion, o Santuario di Hera Lacinia, centro religioso della Magna Grecia, con ingenti ricchezze. Le fondamenta Est la colonna dorica del tempio sono quel che resta dell'edificio sacro del VI secolo a.C., mentre il perimetro murario e i resti delle abitazioni interne alle mura sono più recenti. Sono stati rinvenuti nella zona numerosi frammenti e decorazioni del frontone del tempio quali statue marmoree di cavalli e di divinità femminili.

Ci sono inoltre antiche testimonianze di tesori che furono saccheggiati nel II secolo a.c. come le statue degli atleti vincitori a Olimpia, ritratti di Zeus, colonne d'oro, tavole in bronzo con il racconto delle imprese di Annibale in lingua greca.

Caulonia
A Roccelletta di Squillace in provincia di Cosenza, è presente il parco archeologico di Skylletion-Scolacium. Alla città greca fondata da Crotone o secondo la leggenda all'eroe ateniese Menesteo e perfino ad Ulisse, venne sovrapposta nel 123 a.c. la città romana, per ordine di Caio Mario. I resti all'interno di un magnifico uliveto secolare comprendono il teatro, l'anfiteatro, le terme e parti di edifici diversi.




Nei pressi di Monasterace Marina in provincia di Reggio Calabria, sono presenti i resti di Caulonia di origini achee, che Pausania conferma. L'abitato era circondato da un maestoso perimetro murario in ciottoli. È stata rinvenuta la struttura delle strade dell'epoca, lungo le quali sono state ritrovate alcune abitazioni. A punta Stilo sono tutt'ora visibili i resti di un grandioso tempio dorico del 450 a.c., dedicato ad Apollo; un ulteriore tempio è presente sul poco distante colle della Passoliera.

Poco distante da Locri in provincia di Reggio Calabria lungo la costa ionica, si può visitare l'area archeologica della città antica.