comuni italiani

Toscana


Toscana >>

Cucina Toscana

vini toscani

Cucina toscana e vini doc

Un itinerario tra terme, tessuti, natura e monumenti, con appuntamenti indimenticabili: una tipica mortadella, zuppe di farro e di legumi, biscotti con le mandorle, ricotte e castagnacci.

Prato, città celebre per i tessuti, con monumenti quali il castello del X secolo e il duomo con gli affreschi di Filippo Lippi e il museo d'arte moderna, ma soprattutto la patria dei cantucci, biscotti secchi di mandorle, e di una tipica mortadella di maiale, consumata calda con fagioli.

Montecatini Terme, dove si posso gustare la cialde di Montecatini che sono sottilissime sfoglie dolci con miscela di mandorle, cotte in forno e i brigidini, cialde di uovo all'anice prodotte dalle suore del convento di Santa Brigida.

Lucca, chiusa dalle sue mura cinquecentesche, nel centro storico della città si respira ancora l'atmosfera medioevale. Passeggiando per le vie, si può visitare il duomo, ammirare le chiese, i palazzi, la stupenda piazza del Mercato. E si posso gustare i prodotti del territorio: vini Doc (Colline Lucchesi e Montecarlo), olio extravergine della Lucchesia dal gusto dolce e raffinato, famoso in tutto il mondo, farro, legumi, e il buccellato, tenera ciambella dolce.




Castelnuovo Garfagnana: dove si può incontrare gente è ospitale, le acque dei torrenti pulite e la cucina tradizionale deliziosa, con prodotti locali di alta qualità: farro, olio d'oliva, ricotte preparate dai pastori, funghi, castagne e piatti a base di farina di castagne come il castagnaccio e la polenta di neccio.

Da Arezzo a Montalcino
Tra città d'arte e fortezze trecentesche, panoramica nella patria dei grandi vini toscani, senza dimenticare un fagiolo pregiato e un breve giro alla ricerca di pecorini e caciotte di antica tradizione.

Arezzo, città dalle grandi attrazioni culturali quali il duomo, il palazzo della Fraternita dei Laici e le Logge del Vasari, ma soprattutto patria di un fagiolo in via di estinzione come il fagiolo zolfino e il fagiolo con l'occhio, coltivati nel territorio del Pratomagno, e il pollo del Valdarno. Arezzo si trova nella fertile Valdichiana, dove è nata e ancora oggi si alleva la pregiata razza bovina chianina, che produce carne di eccezionale qualità.

Montepulciano, importante luogo rinascimentale e centro della zona di produzione di tre vini Doc: Nobile di Montepulciano, Chianti e Chianti Colli Senesi.

• Quattro paesi della val d'Orcia sono importanti centri di produzione di pecorini e caciotte tra i più rinomati d'Italia: caciotta e pecorino di Pienza, a Pienza, perla rinascimentale; pecorino delle Crete Senesi a Trequanda, Petroio, San Giovanni d'Asso e San Quirico d'Orcia.

Montalcino con i suoi ordinatissimi vigneti che sulla sommità di un colle domina le valli dell'Orcia, dell'Ombrone e dell'Arbia: le medioevali mura, imponente fortezza trecentesca e, nei pressi , l'abbazia di Sant'Antimo sono il perfetto paesaggio di contorno del celebre Brunello di Montalcino .