comuni italiani

Le Saline in Puglia


Puglia >>

Le saline di Margherita di Savoia


Sale in Puglia

Il sale della vita, le saline di Margherita di Savoia

Il parco nazionale del Gargano in Puglia tutela tutte le risorse più preziose in regione, mentre il parco nazionale dell' Alta Murgia, di altri comprensori, La Puglia offre circa 50 piccole aree suddivise in riserve naturali, oasi, aree naturali divario tipo lungo la costa o all'interno. Esaminiamo alcune aree in provincia di Foggia ai limiti sud orientali del Tavoliere e in provincia di Bari, nelle Murge dei trulli.

Una colonia davvero speciale
Nei dintorni di Barletta è presente la riserva naturale delle Saline di Margherita di Savoia, che rappresenta una delle aree più interessanti sotto il profilo ambientale, anche se in parte modificata dall'uomo. E' una delle più estese saline italiane attive, vasta circa 4.000 ettari, costituita da una serie di vasche nelle quali l'acqua del mare vien fatta evaporare in estate dal sole e dal vento e deposita grandi quantità di cloruro di sodio.

nel territorio era un tempo presente lago di Salpi, nei pressi della palude sipontina, che si sviluppa tra Manfredonia e la foce del fiume Ofanto, con acquitrini bonificati nella metà dello scorso secolo. Le saline erano però già presenti nel Settecento e dopo successivi ampliamenti, la bonifica di metà Novecento le ha portate all'aspetto attuale.

Oggi le Saline di Margherita di Savoia, sono una riserva naturale riconosciuta quale zona umida di importanza mondiale.

La flora è in grado di sopportare vivere nonostante l'alta concentrazione salina, annovera piante capaci di espellere il sale in eccesso, come la salicornia, la salsola, il limonio, l'olione, l'artrocnemo.

La fauna annovera animali particolari : il nono, un pesce di piccole dimensioni e il crostaceo artemia salina, molti uccelli acquatici come i fenicotteri, garzette, aironi cenerini, anatre selvatiche, cavaliere d'Italia e molti altri volatili. Tra le specie marine ritroviamo il gabbiano roseo e corallino, la beccaccia di mare, la pernice di mare, la sterna, il fraticello ecc., insieme alle specie palustri.

Sugli argini è presente invece una flora mediterranea ma senza arbusti e uccelli quali cappellacce, cardellini, saltimpali e stiaccini.




Nei pressi di Trinitapoli è presente la riserva naturale di Masseria Combattenti a protezione di una zona umida con acquitrini, frequentata da uccelli di passo e stanziali; a Cerignola possiamo trovare la riserva naturale del Monte, a protezione di un'altra zona umida circondata da coltivazioni e pascoli.

Nei pressi dell'area naturale della Foce dell'Ofanto, possiamo invece ritrovare canneti e fauna tipica.

NEWS
Si comunica che l'amministrazione comunale di Margherita di Savoia dal 1° giugno '07, ha attivato un ufficio denominato "Centro Percorsi Cultura-Natura" che ha tra l'altro il compito di coordinare le attività di visita al museo storico, alla zona umida e alla salina di Margherita di Savoia per rendere meno gravoso per i visitatori effettuare tutte le procedure di autorizzazione.

Basterà da ora in poi rivolgersi a questo centro per poter ricevere tutte le informazioni utili e le relative autorizzazioni per visite a piedi e in auto.

I compiti di questo centro infatti sono:

- coordinare le attività di visita del museo storico, della zona umida e degli impianti di lavorazione della salina, per la valorizzazione del territorio e per diffondere una più ampia conoscenza della Salina e del suo straordinario ambiente “naturale”;

- accogliere i visitatori in modo più strutturato, al fine di diffondere la conoscenza del processo di produzione del sale marino e la conoscenza delle innumerevoli specie di fauna e flora esistenti nella zona umida della Salina;

- armonizzare, migliorare, ed ampliare i servizi resi ai visitatori contribuendo alla loro soddisfazione;

- divulgare la conoscenza degli ambienti salini nei suoi molteplici aspetti: storici, ambientali, produttivi e qualitativi.