comuni italiani

Natura nel Lazio


Lazio >>

Natura nel Lazio


Riserve e Parchi

Riserva Naturale del Monte Navegna e del Monte Cervia


La Riserva Naturale Regionale del Monte Navegna e Monte Cervia ha una estensione di circa 3.500 ettari, istituito nel 1988 e che coinvolge i comuni di Ascrea, Castel di Tora, Collalto Sabino, Collegiove, Marcetelli, Nespolo, Paganico, Rocca Sinibalda e Varco Sabino.

Raggiungibile in auto dall'autostrada A24, uscendo a Carsoli-Oricola, oppure mediante la SS 5 fino a Carsoli.

La riserva naturale si estende nel Massiccio dei Monti Carseolani, nella provincia di Rieti, tra i bacini del Salto e del Turano, in un ambiente fisico naturale costituito da un massiccio calcareo con la presenza del Flysch marnoso arenaceo.




La flora della riserva del Monte Navegna e del Monte Cervia è rappresentata da boschi di faggio, da estesi boschi di querce e castagni di alto fusto tipici della zona.

Tra gli animali e la fauna in genere che possiamo rilevare troviamo l'aquila reale, lo sparviero, il picchio rosso maggiore, il picchio verde, l'istrice, il riccio, il tasso e il cinghiale.

A Collalto Sabino possiamo trovare l'antico borgo, con annesso castello del XV secolo ed il convento francescano molto ben conservato e risalente al 1620.

Nella riserva naturale, nei comuni di Ascrea si svolge ogni anno la Sagra del Tartufo (18 Agosto), la Sagra dei Funghi Porcini (prima domenica di Agosto). A Castel di Tora si svolge la Festa del Polentone (prima domenica di quaresima), a Collalto Sabino l'interessantissima Polyhedra 2000, sulle antiche tradizioni del Lazio.