comuni italiani

Orvieto


Umbria >> Provincia di Terni >> Comuni provincia di Terni

Comune di Orvieto


Orvieto

Cittadina dell'Umbria in provincia di Terni, con 8.813 abitanti, situata a 325 m di altezza sopra un colle vulcanico dominante la valle del Tevere a Sud Ovest di Perugia. Il territorio comunale, ampio 281,1 kmq, conta 23.220 abitanti (25.088 nel 1991). Produzione di cereali e vino pregiato.

Storia. Antico centro etrusco, identificato a lungo con Volsinii Veteres, ora riconosciuto in Bolsena. in età romana mantenne la sua importanza specialmente per la produzione delle ceramiche. Durante le invasioni barbariche, occupata da Alarico e da Odoacre, fu trasformata da Vitige in un caposaldo difensivo contro i Bizantini; non risparmiata dai Longobardi, successivamente fece parte della marca di Tuscia.

In epoca comunale, divenuta autonoma, si schierò a favore della Chiesa contro Federico Barbarossa ed Enrico VI. Durante la discesa di Enrico VII, le lotte tra guelfi e ghibellini (Monaldeschi e Filippeschi) vi si scatenarono a tal punto da pregiudicare la vita del comune. Dopo una lunga serie di discordie e di rivalità interne, fu incorporata dal cardo Albornoz allo Stato della Chiesa (1354), ma venne pacificata soltanto durante il secolo successivo da Pio II, dopo aver sofferto la tirannia di Biordo dei Michelotti (1395), di Giovanni Tomacelli (1398) e di Braccio da Montone.




Incorporata alla Restaurazione nella delegazione di Viterbo, tornò a esser capoluogo nel 1831. Entrò nel 1860 a far parte dello Stato unitario italiano.

Urbanistica e Monumenti. Per la sua singolare e munita posizione sopra una rupe tufacea, è sempre stata priva di mura. Conserva tracce etrusche nel tempio del Belvedere a tre celle, prostilo su alto podio con scalinata, nei resti di altri due templi e nelle numerose terrecotte architettoniche. Notevoli le necropoli ai piedi del colle con tombe architettoniche a camera.

All'età medievale risalgono la romanica Sant 'Andrea, con i resti dei mosaici pavimentali della precedente chiesa del sec. VI, e San Giovenale con affreschi dei secc. XIII e XIV; mentre gotico, legato ancora a forme romaniche, è il palazzo del Capitano del Popolo e in pieno gotico sono il palazzo dei Papi (secc. XIII-XIV) e il duomo, la maggiore testimonianza italiana di questo stile, ultimato sotto la direzione di L. Maitani, cui si devono il progetto della facciata e gran parte della decorazione scultorea, con all' interno affreschi del Pinturicchio, del Beato Angelico, B. Gozzoli, Signorelli, Gentile da Fabriano, ecc.

Si ricordano inoltre: San Domenico, del sec. XIII, assai rimaneggiata nei secoli, che conserva il sepolcro del cardinale di Brav di Arnolfo di Cambio e il sepolcro Magoni di I. Scalza; San Francesco, con facciata gotica e interno barocco; San Lorenzo in Arari, del sec. XIII, con affreschi trecenteschi e ciborio.

in età rinascimentale si rinnova il volto edilizio della città con trasformazioni e ampliamento (fronte del palazzo comunale dello Scalza, Livori nella fabbrica del duomo per intervento dello Scalza, Mosca, Sanmicheli) e con il sorgere di nuovi edifici (palazzo Crispo-Marciano, su progetto di A. d. Sangallo il Giovane; case di via Cavour; numerosi palazzi fra cui Mazzocchi Urbano-Petrucci del Sanmicheli, Gualtiero, ecc.; l'oratorio di San Giovanni; il Pozzo di San Patrizio, singolare per la sua struttura a camera cilindrica con una doppia scala a spirale illuminata da 72 finestre, su disegno di A. da Sangallo il Giovane).

La chiesa barocca del Gesù, la chiesa conventuale di San Bernardino a pianta ovale, riccamente decorata, Santa Maria dei Servi, trasformata in neo-classico da V. Vespignani e che conserva la Madonna di Coppo di Marcovaldo, il teatro civico di V. Vespignani e G. Santini sono altri monumenti notevoli.

Fra i musei: collezione Faina con vasta raccolta di vasi greci, il museo dell'Opera del duomo (nel palazzo dei Papi) con opere di San Martini, G. e N. Pisano, L. Maitani, fiume Mochi e una sezione archeologica sistemata nei secentesco palazzo dell'Opera.

INFORMAZIONI UTILI:

STATO : Italia
REGIONE : Umbria
ALTITUDINE : 325 m s.l.m.
SUPERFICIE : 281 kmq
ABITANTI : 23.220
FRAZIONI : Orvieto Scalo, Botto di Orvieto, Titignano, Osteria Nuova, Fossatello, Baschi Scalo, Torre San Severo, Morrano, Tordimonte, Bardano, Corbara, Capretta, Prodo, Canonica, Benano, Canale di Orvieto, San Faustino, Colonnetta di Prodo, Bagni di Orvieto, Sugano, Sferracavallo, Padella, Ciconia, Rocca Ripesena, Stazione di Castiglione, Biagio
COMUNI CONTIGUI: Todi (PG), San Venanzo, Porano, Montecchio, Ficulle, Lubriano (VT), Civitella d'Agliano (VT), Castiglione in Teverina (VT), Castel Viscardo, Castel Giorgio, Baschi, Bolsena (VT), Bagnoregio (VT), Allerona
CAP : 05018
PREFISSO TEL. 0763
NOME ABITANTI : Orvietani
FESTA PATRONALE: 19 Marzo
SANTO PATRONO : San Giuseppe
GIORNO DI MERCATO : - Il giovedì: Campo Mercato
- Il sabato: Piazza del Popolo





Foto di Orvieto

Piazza della Repubblica Il Pozzo di San Patrizio Veduta di Orvieto
Piazza della Repubblica Il Pozzo di San Patrizio Veduta di Orvieto