comuni italiani

Puglia


La Regione Puglia

Puglia

La regione Puglia, il turismo pugliese

Regione dell'Italia meridionale confinante a Ovest con il Molise, la Campania e la Basilicata, mentre tutti i rimanenti confini sono marittimi. Ha una popolazione di 3.582.787 abitanti (densità 185 ab./kmq) distribuita su 19.347 kmq e comprende cinque province: Bari, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto. Presenta caratteristiche morfologiche diverse da quelle delle altre province meridionali, (data la grande estensione) trapassano nella Capitanata, regione costituita dal Tavoliere e dal Gargano, che culmina con il monte Calvo (m 1056).

Formano un piano inclinato verso l'Adriatico le Murge, calcaree e carsificate, culminanti con la Torre Disperata a 686 m di alteza L'estremità meridionale della Puglia è costituita dalla Penisola Salentina, dalla morfologia generale molto dolce, dove i maggiori rilievi superano di poco i 200 m; la Puglia si può dividere in tre sub-regioni procedendo da Nord a Sud: le Murge Tarantine, il Tavoliere di Lecce e le Murge Salentine. La cima più elevata della è il monte Cornacchia (m 1151) nell' Appennino di Capitanata.

L'idrografia superficiale è molta scarsa, praticamente limitata alla zona settentrionale, dove defluiscono i fiumi nascenti dall' Appennino (Fortore, Cervara, Ofanto) e il Candelaro, che distingue il Tavoliere e il Gargano. A Sud dell'Ofanto, per lo sviluppo del carsismo, la circolazione è quasi esclusivamente sotterranea; da segnalare le Grotte di Castellana, estese per circa 15 km e ancora non del tutto esplorate.

Gli unici laghi importanti sono quelli costieri del Gargano (Lesina e Varano), artificialmente comunicanti con il mare. Le coste presentano poche articolazioni, tranne che a Brindisi, e a Taranto, ottimi porti naturali.

Le temperature medie sono di 16-15°C, con piccole oscillaziani annue. La piovosità è compresa tra 500-750 mm, salendo oltre 550 nel Subappennino e nella Penisola Salentina; qui d'altronde si trova, a S. Pancrazio Salentino, il minimo assoluto italiano, con annate a piovosità inferiore a 200 mm.

Fra le città, Bari supera attualmente i 350.000 abitanti, Taranto i 220.000, Foggia i 140.000; da notare come moltissimi centri con varie decine di migliaia di abitanti (fino ai 76.405 di Andria), abbiano popolazione per la maggior parte dedita all'agricoltura.

Il livello industriale è infatti ancora molto basso; le industrie sono legate ai prodotti agricoli (olearie, enologiche); si stacca nettamente il complesso siderurgico della Italsider di Taranto, con produzione annua di 2 mil. di t di acciaio e altrettante di ghisa.

Scarse sono le risorse naturali, costituite da bauxite e pietre da costruzione (arenarie e calcari teneri cenozoici). L'economia è quindi fondamentalmente agricola; grandi estensioni sono dedicate al grano, e abbastanza ampie sono quelle dedicate agli ortaggi, esportati all' estero. Particolarmente diffuse le colture industriali: la più importante è la vite, che dà la maggior produzione italiana per uva da tavola e da vino (i vini, a forte gradaziane alcolica, sono più da taglio che da pasto).

Anche per l'olio d'oliva la Puglia è al prima posto in Italia, anzi Bari è addirittura il maggior centro del mondo per tale commercio. Diffusi i mandorli. Fra altre piante industriali è cospicua la produzione di tabacco. L'allevamento ovino (1 milione di capi) era più attivo un secolo fa quando il Tavoliere era incolto. La pesca ha in Molfetta il centro principale; Taranto è il maggior centro italiano per la mitilicoltura. Le saline di Margherita di Savoia forniscono il 75% della produzione italiana di sale da cucina.






Foto della Puglia

Bari Lecce Foggia
Bari Lecce Foggia
Taranto Vieste Il Salento
Taranto Vieste Il Salento