comuni italiani

Toscana


Toscana >>

Alpi Apuane

Alpi Apuane

Le alpi apuane, il marmo

Questa catena montuosa si sviluppa parallelamente alla costa per circa 50 chilometri e si affacciata sul Tirreno alle spalle di Massa e Carrara e separata dagli Appennini.

È formata da imponenti formazioni di calcare e dolomitiche separate da profonde valli e da bellissimi fenomeni carsici, ed è famosa per la sua originalità e per le sue caratteristiche che la rendono piu simile alle Alpi che agli Appennini. Queste montagne hanno versanti ripidi la cui massima elevazione sono i 1.947 metri del monte Pisanino; la piovosità è alta, e le temperature basse cosi da provocare in inverno lunghe nevicate.




Vicino Carrara, nei pressi del parco, esistono 300 cave di marmo, che producono ogni anno quasi quattro milioni di tonnellate di materiali accrescendo progressivamente il problema della tutela ambientale di queste zone.

nelle e Alpi Apuane si possono ritrovare tracce dell'ultima glaciazione (circhi glaciali, morene, massi erratici) e numerose aree carsiche, con sistemi estesissimi (Antro del Corchia) e grotte pittoresche (Grotta del Vento). Non mancano aspetti particolari, come il monte Forato.

Nel territorio del parco le formazioni rocciose condizionano la presenza della flora, che annovera macchia mediterranea con pino marittimo nella parte bassa della catena sulle colline versiliesi, a querceti e carpino, fino ai boschi di faggio oltre i 1.000 metri; l'uomo vi ha piantato estesi castagneti. Nelle zone più aride e sulle praterie si sviluppano specie botaniche rare, come la felce australe Hymenophyllum tumbridgense di Montignoso e l'euforbia calcarea a liste di felce Euphorbia hyberna, che nasce nelle fessure del marmo.

La fauna comprende l'arvicola delle nevi e all'interno delle grotte diversi chirotteri; fra gli uccelli vi sono il gracchio corallino, l'aquila reale, la pernice rossa, la coturnice. Tra gli anfibi, il geotritone italiano, il tritone delle Apuane e la salamandra dagli occhiali.

Nella Grotta del Vento
La Grotta del Vento nei pressi si Fornovalasco regala uno spettacolo della natura sotterranea attraverso itinerari attrezzati che consentono di ammirare stupende grotte dalle forme più svariate che vengono riflesse in laghetti dalle trasparenti acque o contornano corridoi e altri ambienti, estese per 3.500 metri. La temperatura internamente a queste grotte si mantiene costante a + 10,7 gradi.