comuni italiani

Aosta


Valle d'Aosta >>

Comune di Aosta


Aosta

Aosta, il comune, la storia

Città capoluogo di provincia e della regione autonoma della Valle d'Aosta, nel Piemonte, con 28.637 abitanti (2005). In posizione sulla riva sin. della Dora Baltea, a 583 metri di altezza, è centro turistico di primo ordine per le bellezze naturali e per i resti di edifici romani. Costituisce un importante nodo stradale tra il Piccolo e il Gran San Bernardo ed è centro di notevoli industrie estrattive e siderurgiche; per ferrovia è collegata a Torino e a Prè-Saint-Didier. nel territorio comunale, di 21,4 kmq, con 30.633 abitanti (36.961 nel 2004), vengono coltivati cereali, foraggi e viti. Numerosi i boschi. Intenso l'allevamento dei bovini con ottimi e celebri prodotti dell'industria casearia.

Dati demografici. La regione Valle d'Aosta di 3262 kmq con 100.959 abitanti (109.150 nel 2001), conta 74 comuni, dei quali 73 sotto i 5.000 abitanti.

Storia. Colonia pretoriana compresa nel 25 a. C. nel territorio dei Salassi, la romana Augusta Praetoria fu presto cristianizzata e divenne sede diocesana nel 451. Rodolfo III di Borgogna cedette a Umberto Biancamano (sec. XI) Aosta, che restò poi sempre dominio dei Savoia, i quali la eressero a ducato. nel 1302. Dal 1927 fu caplg. di provincia, dal 1945 di circoscrizione e poi di regione autonoma.




Urbanistica e Monumenti. La città, fondata: sul luogo stesso dell'accampamento romano del pretore Varrone, conservò di questo le caratteristiche strutturali; le vie si incrociano ad angolo retto e il perimetro delle mura è ancora ben riconoscibile (2592 m).

Oltre il teatro, l'anfiteatro e un cripto-portico, sono da ricordare la porta pretoria a doppi fornici e l'arco onorario eretto ad Augusto, di linea semplice e nuda. Notevoli monumenti del periodo romanico sono alcune torri e il campanile di San Benigno. Nel Tesoro della cattedrale, è il famoso dittico eburneo di Anicio Probo (sec. V).