comuni italiani

Capodanno 2017 a Roma, Piper Club

Capodanno >> Capodanno nel Lazio


Capodanno 2017 il veglione di San Silvestro a Roma al Piper Club


La notte di San Silvestro a Roma per festeggiare il Capodanno 2017

Il modo migliore per festeggiare il Capodanno 2017 a Roma, le offerte per il primo giorno dell'anno nuovo, in piazza, in albergo o negli agriturismo, tutte i pacchetti speciali per le festività di fine anno.

Le idee migliori per trascorrere il Capodanno per una festa romantica o in mezzo alla gente o in qualunque appartamento nel cuore di Roma per il solo pernottamento.








Al Piper Club a Roma per Capodanno 2017

Il Piper Club fu fondato da Giancarlo Bornigia e Alberigo Crocetta. Situato a Roma in Via Tagliamento, inaugurato 17 febbraio 1965, è destinato a diventare l'icona di tutta una generazione e un vero e proprio fenomeno di costume. L'ambiente originale era decorato con opere d'arte, tra cui due dipinti di Andy Warhol, alcuni di Schifano e opere di Piero Manzoni e di Mario Cintoli. All'esordio suonarono nel locale i migliori artisti della beat generation italiana tra i quali i The Rokes, i Rokketti, l'Equipe 84 e Le Pecore Nere presto affiancati da Fred Bongusto, Dik Dik, Renato Zero, Romina Power, Gabriella Ferri e Rita Pavone.  Su tutti, però, vanno ricordate Patty Pravo - la ragazza del Piper - e Caterina Caselli.

Il Piper emerse subito come punto focale della bella vita romana, raccogliendo frequentazioni dal mondo dello spettacolo e dell'arte, oltre che da personaggi della scena mondana. La linea artistica si ispirava al mondo del beat inglese, da cui copiò anche l'idea dell'opera beat, ovvero ad un uso innovativo di luci stroboscopiche colorate accoppiate ai suoni e allo stile dettato dalla moda della minigonna.

Dopo il successo del cast iniziale, entrarono nel gruppo anche Mal, Mimi Bertè (successivamente Mia Martini), Loredana Bertè, Renato Zero e Mita Medici. Vi si esibivano i più conosciuti complessi di musica Beat e cantanti di musica leggera nazionali ed internazionali in voga in quegli anni, esibendo nomi del calibro dei Procol Harum,i Birds, Rocky Roberts e dei giovanissimi Pink Floyd (il 18 e il 19 aprile 1968). Sulla pedana del Piper, il 23 maggio 1968, suonò anche un chitarrista entrato poi nella mitologia del Rock, Jimi Hendrix. La musica italiana era invece rappresentata da New Trolls, Le Orme, Mino Reitano e Pooh.

Ogni anno il Piper Club organizza una delle feste di Capodanno più Glamour della Capitale.



Data: 31 dicembre 2016










NOTA BENE: Gli eventi pubblicati in questa pagina potrebbero aver subito delle variazioni, essere stati annullati o citati per errore: siete pregati di verificare attraverso i siti ufficiali o quelli istituzionali dei comuni l'effettivo svolgimento delle manifestazioni.