comuni italiani

Festa Del Fungo Porcino a Santa Maria a Vico


Campania >> Provincia di Caserta >> Comuni in Provincia di Caserta >> Comune di Santa Maria a Vico



Festa Del Fungo Porcino

Funghi Porcini

In settembre Santa Maria a Vico ospiterà la II Festa del Fungo Porcino e dei Prodotti Tipici, una prestigiosa e ormai nota manifestazione d'autunno, mèta, anche quest’ anno, di migliaia e migliaia di visitatori provenienti da tutta la Regione Campania.

Nel pieno della stagione, che quest'anno si presenta già particolarmente generosa, dedicata alla raccolta dei funghi porcini, vera prelibatezza del ricco e variegato sottobosco dei nostri colli, S. Maria a Vico apre le strade lastricate e le caratteristiche piazze del suo bel centro storico, come la Basilica della S.S. Assunta e vari vicoli e vicoletti che caratterizzano il nostro paese.

Anche quest’anno gli stand gastronomici saranno collocati nel Parco De Lucia (piazza Falcone e Borsellino), dalla quale ci si addentra con grande facilità dalla statale NA-BN. Sempre nella piazza si svolge la mostra mercato dei prodotti tipici locali e dell'artigianato locale, con tante curiosità e manufatti di pregevole finitura.

Non potranno mancare le visite alle chiese, ricche di storia, che si incontrano lungo il paese, l’antico Convento dei Padri Oblati, attualmente oggetto di un pellegrinaggio di devoti alla madonna Assunta nel mese di Agosto. A scandire i momenti di festa ci sarà tanta buona musica, spettacoli, animazione ed artisti di strada, e degustazione con pietanze a base di funghi porcini, da soddisfare le preferenze di tutte le età.

La giusta miscela di gastronomia, cultura, natura, divertimento e musica si racchiude proprio nella formula della Festa del Fungo Porcino di Santa Maria a Vico, sarebbe davvero un peccato non approfittare dell'occasione per cimentarsi nello spettacolare calore della festa unica nel suo genere della nostra Valle, che finora ha già ammaliato quanti l'hanno intrapresa per la bellezza dei suoi scenari, la cordialità della nostra gente, la tranquillità e sicurezza della piazza.



L’intero paese, già in fermento ed all'opera in vista della manifestazione, attende, pertanto, di offrire la propria ospitalità ai visitatori che si recheranno a Santa Maria a Vico (CE) a metà settembre per rivivere un evento destinato, ad essere memorabile nel tempo.


La storia della manifestazione
Era il 10 Gennaio 2007 quando per la prima volta un gruppo di amici dell’Associazione Micologica Naturalistica Campana Aragona pensò di valorizzare la nostra Valle di Suèssola , già nota per la sua posizione geografica, per le sue caratteristiche di quiete e tranquillità, e attraverso delle giornate interamente dedicate alla sensibilizzazione della natura e alla ricerca del fungo porcino dei nostri colli.

Era un nostro desiderio intraprendere un cammino verso la natura iniziare a far conoscere le nostre intenzioni per la tutela dei nostri boschi, l’unico modo per farlo fù di programmare e realizzare una grande Festa. Così nacque la I° Festa del Fungo Porcino, raccolse subito un gran successo di pubblico e di visitatori provenienti da tutta la Regione Campania, per la qualità dei prodotti e per le caratteristiche del paese, piccolo, e quanto si vuole, interessante per le sue peculiarità naturali, artistiche e monumentali.

L’anno scorso la manifestazione ha trovato il suo spazio naturale nel mese di settembre, in un magnifico Parco ubicato al centro del paese, passando per la I° edizione con la durata di tre giorni. Dopo un anno tormentoso e difficili momenti (per la perdita del nostro amministratore legale Mattia Calcagno) è stato costituito un nuovo comitato organizzatore, che sta allestendo la II° festa del fungo Porcino e dei prodotti tipici locali.

Tutta la popolazione si è impegnata attivamente nell'organizzazione, perché chiunque vive a Santa Maria a Vico (CE) è in grado di avvertire come proprio, il senso della festa, e della valorizzazione del paese e di tutti i suoi abitanti.

Un grazie sentito, è doveroso nei confronti di chi ha lavorato, lavora e lavorerà per rendere possibile la FESTA DEL FUNGO, sempre pronti nell'ospitare tutti coloro i quali ci allieteranno con la loro visita.