comuni italiani

Festa della Cipolla


Campania >>

Festa della Cipolla ad Alife (CE)

Festa della Cipolla

Festa della Cipolla ad Alife (CE) a settembre

L'associazione socio-culturale "New Generation" organizza a inizio settembre ad Alife (CE), in piazza XIX Ottobre, la "Festa della Cipolla", manifestazione che ogni anno riscuote un grande successo di presenze e di iniziative culturali e sociali volte a valorizzare la fiorente produzione della Cipolla Alifana e della storia del paese.

Durante la manifestazione è possibile degustare pietanze saggiamente cucinate da mani esperte, di cui l'ingrediente principale è la Cipolla: il piatto più blasonato è ovviamente la "Cipollata". Il menù varia ogni sera.

Il fulcro principale della manifestazione è dunque la Cipolla, l'ortaggio che ha reso famosi i nostri coltivatori per le loro doti di impeccabili produttori dell' "Allium Cepa".

Momento principale della manifestazione è senz'altro la "Gara delle Cipolle", ossia la partecipazione diretta dei produttori, i quali mettono in gioco le loro abilità ortofrutticole esponendo le migliori qualità di cipolle coltivate nel corso dell'anno. Una giuria di esperti è così chiamata a giudicare le migliori tra le categorie: "La Cipolla più grande", "La Cipolla più piccola", "La Cipolla più strana", "La 'nzerta più lunga".




Al termine della manifestazione vengono poi premiati i rispettivi vincitori. Ogni serata è allietata da canti e balli della nostra terra, musica dal vivo, latino-americani, balli di gruppo e tanta altra musica per soddisfare ogni tipo di esigenza musicale.

Per i più piccoli alle ore 20:30 ci sono i balli con gli animatori per la Baby-dance e a seguire giochi e animazione nell’area Mini-club. Per ogni bambino un gadget in regalo.

Importante momento di quest’anno è riservato alla prima StracittadinaTrofeo Città di Alife” che prenderà il via Domenica 7 Settembre dalle ore 19:00.

Durante la manifestazione è possibile visitare anche il Mausoleo "Acilii Glabriones", al cui interno sono esposti pannelli illustranti la storia di uno dei più antichi e ricchi paesi dell'alto casertano per i suoi monumenti e strutture murarie risalenti a centinaia di secoli fa.

Con la manifestazione si vuole dunque riportare alla ribalta una tradizione culturale del luogo che ormai si stava rischiando di perdere col passare inesorabile del tempo.