comuni italiani

Festeggiamenti di Maria SS. Annunziata


Puglia >> Provincia di Lecce >> Comuni in Provincia di Lecce >> Comune di Tuglie


Festeggiamenti Religiosi e Civili in onore di Maria SS. Annunziata

Festa Maria S S  Annunziata, Patrona di Tuglie - Tuglie (LE) Puglia

E’ la prima festa patronale del Sud Salento e, indubbiamente, una delle più importanti di tutta la Provincia per la sua storia, la sua tradizione ed il suo ricco e variegato programma civile e religioso.

Vi si svolge una importante fiera del bestiame e degli attrezzi agricoli, istituita a metà del Settecento da Carlo III° di Borbone.

Di particolari suggestioni è il tradizionale mercato dei prodotti casalinghi il giorno della “Nunziateddha”, ovvero il lunedì, terzo ed ultimo giorno di festa.

L’origine della festa popolare si ritiene databile intorno al 1750, quando furono pressoché completati i lavori di costruzione dell’attuale chiesa e la stessa fu dotata di arredi e statue.

E’ appunto di quell’epoca la statua della Vergine che oggi si venera come Protettrice di Tuglie.

La fiera di Tuglie, su pubblicazioni dell’epoca, viene classificata “di notevole importanza” ed è specializzata per gli attrezzi agricoli e casalinghi, ma particolarmente per i volatili da cortile.

Il centro della festa è la magnifica, elegante e partecipata processione, alla quale partecipano tutte le associazione parrocchiali ed anche le statue dei due compatroni San Giuseppe e Sant’Antonio, che percorre tutte le strade di Tuglie addobbate a festa da suntuose luminarie con spalliere alte più di venti metri.




La domenica mattina, invece, è caratterizzata dalla tradizionale Benedizione dei Campi, con la sola statua della Vergine Annunziata.

I pellegrini, dal resto del Salento, venendo a Tuglie con devozione recitavano:“Sciamu, sciamu alla Nunziata cu nde caraca la ‘ntrata”

(Andiamo, Andiamo all’Annunziata di Tuglie per augurarci una raccolta abbondante di olive)
                       
oppure:

“Vergine te la Nunziata de Tuje ricordate te me comu l'Eternu Patre se ricurdau Te. Te mandu l'Angelu Gabrieli cu Te saluta cu l'Ave Maria: io 'nchinu la capu e dicu Matre mia, Maria Nunziata ricordate te l'anima mia”.

(Vergine dell'Annunziata di Tuglie ricordati di me come l'Eterno Padre si ricordò di Te. Ti mandò l'Angelo Gabriele per salutarti recitando l'Ave Maria: io chino la testa e dico Madre mia, Maria Annunziata ricordati dell'anima mia)

Programma Religioso e Civile
Da domenica  a venerdì, scampanio delle campane di tutte le chiese di Tuglie. Questo simbolo sia come ricordo dell'Annuncio che Gabriele fece a Maria, sia per ricordare che la festa della Madonna Annunziata sta per arrivare.

Ogni sera alle ore 18.30: recita del santo Rosario. Preghiera alla Madonna Annunziata. Celebrazione Eucaristica con omelia. Canto del Magnificat.



Sabato


Ore 9.30: Apertura ufficiale della festa con il corteo ed il relativo gonfalone di città delle Autorità del Comune di Tuglie ed il Comitato Festa Maria S.S. Annunziata. 
Il corteo parte dalla Sede Municipale e gira per le vie principali di Tuglie insieme ai gruppi bandistici "Città di Casarano" e "Città di Taviano". 
Arrivati in Piazza Garibaldi, una squadra dei Vigili del Fuoco con una scala mobile salirà lungo una facciata di un palazzo ricoperto dalle grandi luminarie della Ditta Fabrizio Angelo di San Donaci.
Arrivati nel punto più alto i Vigili del Fuoco fissano la Bandiera d'Italia e la Bandiera d’Europa, mente i due gruppi bandistici suonano l'Inno di Mameli.
Lo sventolio di questa bandiera, visibile da ogni parte del paese, e lo sparo dei fuochi pirotecnici danno ufficialmente inizio alla grande festa patronale di Tuglie.

Ore 10.30:
In Via Tito Schipa, "5° Trofeo dell'Annunziata", gara podistica del Settore Giovanile organizzata dall' A.S. Podistica Tuglie in collaborazione con l'Istituto Comprensivo ed il Comitato Festa Maria S.S. Annunziata.

Ore 18.30:
Le campane della Chiesa Matrice annunciano l'inizio delle funzioni religiose. Santo Rosario plurilingue. Preghiera alla Madonna Annunziata. Solenne Celebrazione Eucaristica con omelia. Offerta dell’olio per la lampada della Madonna. Atto di affidamento della comunità tugliese. Canto del Magnificat.
Dopo la celebrazione religiosa si snoda la processione per le vie della città.

Ore 20.30:
In Piazza Garibaldi è un tripudio di festa. Affollatissima di fedeli tugliesi ma anche provenienti dai paesi vicini, dalla Chiesa Matrice si muove la processione, una delle più belle e suggestive di tutto il Salento, alla quale partecipano tutte le associazioni religiose insieme alla Confraternita delle Anime e di San Giuseppe.
Ad uscire per primi dalla chiesa sono i simulacri di Sant'Antonio e San Giuseppe, Compatroni della Città, portati a spalla dai giovani tugliesi vestiti elegantemente.
Il suono festoso delle trombe e delle campane, lo sparo dei fuochi pirotecnici annunciano l'uscita della statua della Madonna scortata dai Carabinieri in picchetto d'onore, addobbata di fiori e impreziosita da tantissimi gioielli, donati nel corso degli anni dai devoti.
La processione gira per tutto il paese addobbato a festa; gli abitanti di ogni rione cercano di abbellire quanto più possibile la strada, le case, i balconi dove passerà la statua della Patrona alla quale “regalono” ed “offrono” lo sparo di fragorose batterie lungo il passaggio.

All'uscita ed al rientro della processione
, previsto nella tarda serata in Piazza Garibaldi ci sarà il tradizionale lancio dei palloni a cura della Ditta Cav. Raffaele Donadei di Massimo Donadei di Parabita (Lecce).
Al rientro della processione, la Madonna viene accolta con l’emozionante canto dell’Ave Maria e la preghiera da parte del Sindaco, il quale affida nelle mani di Maria la città di Tuglie.

Dopo il rientro della processione sulla cassa armonica in Piazza Garibaldi grande serata musicale con “I Negativo”, “I Traed”, Daniela Cataldi, Massimo Solida ed Anna Lucia Mercuri.



Domenica

All’alba  lo sparo di alcune salve pirotecniche annunciano l’importante giornata di festa.

Dalle ore 7.00 in tutte le Chiese di Tuglie celebrazione della S. Messa.

Dalle prime ore dell' alba in Contrada Mazzuchi la tradizionale e antichissima Fiera-Mercato in Via Risorgimento, Piazza Garibaldi, Via Principe di Piemonte, Via Tito Schipa e presso la Zona Industriale.

Ore 9.00:  Raduno Automobilistico Auto d’Epoca. Benedizione delle auto d'epoca in Piazza Garibaldi e subito dopo giro per tutta la città.

Ore 9.00: per tutta la giornata fino a sera tardi in Via Principe di Piemonte, l'Associazione Culturale Ekagra organizza "Arte in Strada", mercatino-esposizione di artisti e di artigiani locali. Nell’arco della giornata spettacoli di artisti di strada, concerti bandistici. Intorno alle 21.30 concerto di musica leggera. Gran conclusione con il lancio di palloni aerostatici, previsti per mezzanotte.

Dalla prima mattinata per tutto il paese e sulla cassa armonica, esibizione dei gruppi bandistici "Città di Francavilla Fontana” e "Città di Racale".

Ore 11.00: presso la Chiesa Matrice, celebrazione della S. Messa solenne, per tutti i tugliesi emigranti, alla quale partecipano tutte le associazioni e autorità Tugliesi.

Ore 12.15: come antichissima tradizione, lo sparo dei fuochi pirotecnici e il suono festoso delle trombe annunciano l'uscita della processione per le vie principali solo del Simulacro della Madonna. Arrivati in Via Bixio Don Emanuele Pasanisi impartisce la Benedizione dei Campi. La processione continua per le stradine del centro storico per concludersi in Piazza Garibaldi.

Ore 13.30: Grandiosa Gara Pirotecnica, alla quale partecipano rinomate ditte nazionali.

Ore 18.30: Recita del Santo Rosario. Preghiera alla Madonna Annunziata. Solenne Celebrazione Eucaristia con S. E. Mons. Cosmo Francesco Ruppi, Metropolita di Lecce. Canto del Magnificat.

Ore 18.00: Esposizione delle auto d'epoca per tutta la serata in Via Aldo Moro, sotto le sfavillanti ed imponenti luminarie.

Dalle ore 20.30  in Piazza Garibaldi esibizione sulla cassa armonica dei Grandi Concerti Bandistici "Città di Racale" e "Città di Francavilla Fontana".

Ore 21.30: in Via Principe di Piemonte, concerto di musica panck rock con “I Traed”.



Lunedì


Dalle prime ore del mattino tradizionale "Mercato della Nunziateddrha" in Via Trieste, Via Plebiscito, Piazza Garibaldi e Via Risorgimento.

Per tutta la giornata esibizione del Concerto Bandistico "Città di Taviano".

Ore 18.30: Canto dell’Angelus e Santo Rosario. Celebrazione Eucaristica presieduta da Padre Innocenzo, carmelitano Rettore del Santuario di Jadicco (Br). Canto del Te Deum.

Ore 20.30: in Piazza Garibaldi I CAMALEONTI in Concerto. L’anteprima è affidata al concerto di Tommaso Provenzano ed al duo comico “Waldo & Cino”. ________________________



Per tutti i tre giorni di festa

Mega Luna Park presso il Piazzale Matteotti e bancarelle di vari prodotti per tutto il Centro Cittadino. Lo sparo delle salve è curato dalla Ditta Cav. Domenico Maggio da Sannicola (Le). Le grandiose luminarie sono allestite dalla Ditta Fabrizio Angelo (S. Donaci Brindisi).

La festa della Madonna Annunziata - "Madonna Noscia" - è molto sentita sia dal popolo tugliese, ma anche dai fedeli che dai paesi limitrofi si recano a Tuglie con filiale devozione.

E' grazie al Comitato Festa, presieduto da Antonio Aloisi, al Parroco, Don Emanuele Pasanisi, al Sindaco, Daniele Ria,  se la tradizione dell'Annunziata può proseguire nel corso degli anni, diventando punto di incontro e di festa per tutta la comunità tugliese ma anche per tutto il Salento essendo la prima festa patronale di primavera.



Festa dell’ Annunziata a Tuglie...
fede, arte, tradizione e cultura!
Non mancare ti aspettiamo!