comuni italiani

Valle d'Aosta


Valle d'Aosta >>

Gastronomia valdostana


lardo e miele aostano

La cucina valdostana

Il famosissimo lardo di Arnad preparato ancora oggi secondo l'antica ricetta viene conciato con una miscela segreta di erbe, è messo a stagionare in contenitori speciali, coperto con acqua fatta bollire con sale e aromi; la stagionatura dura in taluni casi oltre un anno. Si mangia tagliato a fette quasi trasparenti con pane nero (meglio se accompagnato con un velo di miele della Valle).

Tutto grasso che cola
Un viaggio per scoprire che la Valle d'Aosta non è solo un paradiso montano, ma anche una terra ricca di cultura e di giacimenti gastronomici.

• Partendo da St.-Rhémy-en-Bosses, località composta da due borgate, il borgo di St.-Rhémy (oggi quasi disabitato) e, a 3,5 km, Bosses. Da non tralasciare la chiesa di San Remigio, il Carnevale (il martedì grasso) e la sagra della specialità locale, il jambon de Bosses la seconda domenica di luglio.

• Da St.-Rhémy-en-Bosses si scende verso Gignod, per osservare la chiesa di Sant'Ilario del XV secolo con la torre quadrata del Duecento, e per partecipare, in agosto, alla fète du tetoun (salume a base di mammella di vacca ), con degustazioni di fontina, salsicce, pane nero, patate e vini locali.




• Da Gignod ad Aosta (circa 10 km): per ammirare l'arco di Augusto (del 25 a.c.), l'anfiteatro romano e la porta pretoria, ma anche in qualche tipico ristorante per il pranzo, gustando gli ottimi salumi, quali il boudin (preparato con sangue e lardo suino e patate bollite) e la mocetta.

• Da Aosta arriviamo a Fénis, nota per il castello medioevale, la sagra della frutta a giugno e la Chàtaigne d'Or, caratteristica castagnata con distribuzione di caldarroste e altri prodotti fatti di castagne a fine ottobre.

• Da Fénis arriviamo a St. Vincent, località turistica famosa per lo stabilimento termale e per il casinò.

• Da Saint-Vincent arriviamo infine Issogne, nota per il quattrocentesco castello che contiene significativi reperti d'arte gotica e rinascimentale. Nelle vicinanze Arnad troviamo la belllissima chiesa di San Martino, e alla fine di agosto la sagra del lardo di Arnad.