comuni italiani

Località di Mare in Calabria


Calabria >>

Turismo e località marine in Calabria


Tropea, Capo Vaticano

Castrovillari, Gerace e Tropea, turismo in Calabria

Castrovillari in provincia di Cosenza, nasce ai piedi del monte Pollino ed oggi un importante centro agricolo e commerciale. L'antico centro si sviluppò inizialmente sulla collina dove al tempo dei romani venne costruito un Castrum del quale resta qualche traccia sotto le logge del santuario di Santa Maria di Castello. L'edificio, sormontato da un campanile a base quadrata, ha la facciata preceduta da un portico.

Sulla parte destra è presente un portale con un piccolo rilievo di arte pisana risalente al secolo XIV. L'interno in stile barocco barocco, con decorazioni a stucchi e ornamenti in legno, annovera un affresco in stile bizantino di una Madonna con Bambino e vari numerosi del '700. Dal piazzale dal piazzale della chiesa si può vedere a destra il castello Aragonese, edificio a pianta quadrata con torri cilindriche. Edificato da Paolo Giannitelli, è stato più volte restaurato e attualmente della sua struttura originale non esistono più tracce.

Tropea
Sul versante Tirrenico, si nei pressi del massiccio granitico del Poro, tra i golfi di Sant'Eufemia e di Gioia Tauro, sulla costa si estende serie di terrazzi di straordinaria bellezza. Sul gradino più basso dell'altura si sviluppa Tropea, su di una rupe in pietra a picco sul mare, che domina 4 chilometri di spiagge e calette divise da sporgenze in roccia. Tropea in antichità era un antichissimo centro del Cristianesimo come dimostrato dalla scoperta di due piccoli cimiteri cristiani risalenti al IV secolo.

Pittoresca il centro storico che si sviluppa intorno alla cattedrale di epoca normanna in seguto rifatta rifatta con diverso orientamento. Restaurata in stile barocco dopo il terremoto del 1783, è costituita da un interno a tre navate con notevoli opere d'arte al suo interno quali il crocifisso nero risalente alla fine del XV secolo, scolpito su legno nero, e l'immagine dell'adoratissima Madonna di Romania, tavola che risale ai bizantini.

I palazzi presenti nel centro storico conservano ricchi portali generalmente con bugne di varie forme come a cuscino, a punta di diamante o con contorni geometrici e stupendi balconi in ferro battuto. A dominio di una rupe sul mare è presente la chiesa di Santa Maria dell'Isola che rappresenta l'emblema della città, anticamente un monastero benedettino, restaurato in tempio nel rinascimento e abbellito da un portico barocco.




Gerace
Sul versante Ionico, a dominio di una rupe, a dieci chilometri dal mare e dal comune di Locri si trova Gerace. Le ripetute distruzioni causate dagli Arabi non hanno impedito lo sviluppo della cittadina che, si è organizzata in quartieri separati ma comunicanti, ciascuno munito dalle strutture difensive, aventi come nucleo la cattedrale considerata il più vasto edificio sacro della Calabria. Sovrapposta a un edificio a croce greca del 'VIII secolo, la chiesa ha una struttura basilicale poggiato da 20 colonne di varia forma Est qualità, con un transetto e tre absidi. La cripta risale all' epoca romana.

Il centro storico del paese conserva intatto il suo fascino con strade e sentieri a scale, una ricca successione di archi, palazzi, chiese e portali. Bellissimi il castello costruito su di un'altura difesa da ogni lato da rupi e in passato collegato alla pianura soltanto da un ponte levatoio, fortificazione risalente al medioevo di cui ora resta solamente una torre cilindrica, parti del perimetro murario e il comprensorio monastico di San Anna.