comuni italiani

Emilia Romagna


Emilia Romagna >>

Turismo in Emilia Romagna

rimini e san marino

Turismo in Emilia Romagna, le località da visitare (1)

Rimini è la città emiliana che mantiene le maggiori testimonianze monumentali della romanità come ad esempio l'antica Ariminum, colonia latina nel 268 a.c., collegata a Roma dalla via Flaminia.

Alla fine di questa strada consolare e iniziava la via Emilia, nel 27 a.c. fu costruito l'arco di Augusto, una bellissima porta monumentale nel centro del comune, poggiata su due semicolonne con capitelli corinzi, con un solo fornice sovrastato dal timpano.

Altra testimonianza della romanità Emiliana è Ilè il magnifico ponte di Tiberio sul fiume Marecchia che risale al periodo tra il14 e il 27 dc., a cinque arcate in pietra. La strada è lastricata con selci quadrate e fiancheggiata da marciapiedi. Nella zona occidentale della città è stato rinvenuto l'anfiteatro, di grandi dimensioni, mentre il vecchio teatro è totalmente coperto e sovrastato da edifici medioevali.

Terra dai due volti
Il territorio nella parte meridionale del Po comprende paesi con caratteristiche ben distinte. Ad ovest, una maggiore concentrazione di caratteri lombardi. Ad est, in Romagna, nel cui nome è presente il ricordo della Romania. La storia con i suoi eventi ha condizionato lo sviluppo delle città, fino alla suddivisione causata dallo stato pontificio ad est e dalla divisione in ducati ad ovest.




Castell'Arquato
Soprannominata "l'Assisi dell'Emilia", Castell'Arquato in provincia di Piacenza è in posizione dominante rispetto alla valle dell'Arda. Originariamente luogo fortificato romano, la sua storia si sviluppa tra battaglie e lotte sanguinose. Si accede al paese tramite una piccola strada, che passa attraverso una porta seicentesca, con tornanti a gomito, fino alla cima del colle. Qui possiamo ritrovare un bellissimo complesso in mattoni di straordinario fascino; a dominare sulla valle, la rocca fatta costruire da Luchino Visconti nel 1347, e della quale posso ancora essere ammirate alcune torri e il mastio.

La collegiata romanica, ricoperta all'esterno da mattoni di arenaria punteggiata di conchiglie fossili, si erge sulla piazza del Municipio con l' abside arricchita dal "portico del Paradiso". All'interno, capitelli del XII secolo e una vasca battesimale dell'VIII secolo. Sulla parte sinistra della collegiata, il chiostro Capitolare, capolavoro romanico con pilastri di cotto, capitelli lignei e balconcini di mattoni. Il palazzo Pretorio Municipale a nord completa la piazza. Il palazzo è composto di una torre a pentagono e di una scala coperta esterna.