comuni italiani

Turismo Marchigiano


Marche >>

Turismo delle Marche


Marche

Da Loreto a Fabriano

Loreto è una splendida cittadina in provincia di Ancona. E' la città del famoso santuario della Madonna di Loreto. Secondo la tradizione, la casa di Gesù, a Nazareth, venne trasportata dai Crociati proprio su questo terreno della collina marchigiana.

Le mura della città di Loreto sono erette a protezione dalle invasioni dei Turchi. A questo servivano i torrioni realizzati da Franscesco di Giorgio Martini. Tutta Loreto però vive in funzione del Santuario. La basilica si dilata attorno alla Santa Casa. Essa ha una facciata in pietra d'Istria. Fu realizzata nel 1571 ad opera di Giovanni Boccalini e poi completata 14 anni più tardi da Giovanni Battista Ghioldi. Di grande iteresse artistico sono i portali in bronzo e bassorilievi della scuola di Recanati.

La cupola è stata realizzata da Giuliano da Sangallo (1498-1500). Il campanile è opera di Luigi Vanvitelli (1750-54) In contrasto con la facciata, la parte absidale, in cotto, opera di Baccio Pontelli, con i beccatelli e il camminamento di ronda, ha l'aspetto di poderosa fortezza. E tale doveva essere per preservare da attacchi esterni i tesori in essa racchiusi. All'interno, la Santa Casa, è rivestita da una struttura in marmo ricca di statue e rilievi, disegnata dal Bramantelo. Le sacrestie di S Marco e S. Giovanni sono affrescate da Melozzo da Forlì e da Luca Signorelli




Museo a Pennabilli.

Molto interessante è il Museo di Informatica e di Storia del Calcolo di Pennabilli (Pesaro e Urbino) sono raccolti abachi e tavolette che raccontano come si facevano i calcoli nel mondo antico; attraverso macchine come la "pascalina", la prima calcolatrice ideata da Pascal, si percorre invece l'evoluzione tecnologica che ha portato alla rivoluzione informatica odierna. Robot didattici e punti interattivi permettono di sperimentare gli strumenti.

Senigallia
A Senigallia (Ancona) il Museo di Storia della Mezzadria colleziona un gran numero di oggetti dell'ambiente della mezzadria, sul quale era basato il mondo rurale marchigiano. Aratri, roncole e altri strumenti e suppellettili sono ordinati secondo un criterio cronologico, che tiene conto anche del calendario dei lavori agricoli. Fotografie, diapositive e una ricca biblioteca consentono lavori di approfondimento sul tema.

Fabriano
A Fabriano, sede delle più antiche cartiere italiane risalenti ai secoli XII-XIII, trova sede anche il Museo della Carta e della Filigrana, dove viene illustrato l'antico processo di fabbricazione della carta e sono raccolti campioni di carte fabrianesi e di pregiate filigrane artistiche.

Cupramontana
A Cupramontana, provincia di Ancona, troviamo il Museo Internazionale dell'Etichetta, che raccoglie oltre 60.000 etichette di vini, suddivise in tre sezioni: quelle storiche, risalenti al periodo tra Ottocento e Novecento; quelle contemporanee, provenienti da vari Paesi produttori di vino; quelle artistiche, bozzetti progettati da artisti contemporanei.