comuni italiani

Puglia


Puglia >>

Turismo in Puglia


Puglia da Visitare

Canosa e le bellezze della Puglia da scoprire


Canosa in provincia di Bari venne fondata, stando alla leggenda, dal mitico Diomede greco. La Cattedrale, edificata nel XI secolo, è stata notevolmente modificata in seguito al terremoto del 1689. Meno differente dall'originale l'interno, che risulta vicino al modello bizantino e orientale. Interessanti le belle colonne, di provenienza da un tempio cristiano, e l'arredo ecclesiastico costituito dal pulpito marmoreo di Acceptus e dall'altare episcopale attribuito a Romualdo. Dalla navata di destra si può accedere a un piccolo cortile che conserva la tomba di Boemondo di Antiochia.

Patria del Romanico pugliese
Ai piedi delle Murge, immerso tra ulivi e vigneti nasce Ruvo in provincia di Bari, già nota nel III secolo a.c. per la produzione di ceramiche. Annovera nella città vecchia la celeberrima cattedrale risalente al XII secolo. Costruita su di un antico luogo di culto, è un tipico esempio di architettura romanico-pugliese.

Il tempio, non molto grande, è contraddistinto dalla pendenza degli spioventi delle navate laterali. La facciata, dedorata da una bifora e da un rosone, nella parte superiore, comprende in basso tre portali con su tre arcate cieche.

Bitonto
Poco distante dalle coste del mare Adriatico, sorge il comune di Bitonto raccolto intorno alla Cattedrale romanica. Costruita sul modello della basilica di San Nicola di Bari, in onore di San Valentino risale a circa il 1200. La facciata, è suddivisa in tre parti da lesene, con rosone centrale in alto, ed un ricco protiro.

Imponente il portone centrale con animali in pietra a sostegno della volta ad arco, con lunetta e architrave. Il fianco posteriore della cattedrale è caratterizzato da arcate cieche sovrastate da una loggia. L'interno, in stile basilicale a tre navate, annovera l'ambone di Nicolaus Sacerdos et Magister.




Molfetta
Molfetta in provincia di Bari è situata sulla costa adriatica a nord di Bari. Il centro storico è costruito su di un'altura di fianco al porto, nei pressi del Duomo vecchio, costruito in onore a San Corrado di Baviera, santo protettore della città. Eretto nel l secolo XII, con la facciata sul porto ancora incompiuta, è la più maestosa tra le chiese romanico-pugliesi a cupola. E costruita infatti con tre cupole in asse che poggiano su tamburi a ottagono con copertura piramidale.

La facciata semplice, in pietra bianca, con a fianco due torri mosse, è incorniciata da due companili a bifore sul fronte absidale. Internamente molti oggetti della tradizione bizantina e musulmana compreso gli influssi occidentali del Romanico, dando una fascino caratteristico agli edifici del Medioevo pugliese. Bellissima è è l'acquasantiera del Saraceno.

Il posto delle ceramiche
A Ruvo di Puglia in provincia di Bari è presente il Museo latta in piazza G. Bovio 35. Il Museo latta situato nel palazzo omonimo, annovera una splendida collezione con più di 2000 ceramiche del paese, vasi d'ispirazione greca ornati con motivi geometrici a figure rosse e nere, riconducibili al V secolo a.c. Tra gli altri un famoso cratere attico con la rappresentazione in afresco de "La Morte di Talos" risalente alla fine del V secolo a.c. e urne cinerarie preistoriche.