comuni italiani

Musei Marchigiani


Marche >>

Turismo delle Marche


Marche

I musei delle Marche

Castelfidardo è un centro famoso per la fabbricazione di strumenti musicali ed ospita il Museo Internazionale della Fisarmonica. All'interno, è possibile trovare la storia di questo strumento e la sua evoluzione nel corso dei secoli.

La Rocca di Mondavio è di origine quattrocentesca e si trova in provincia di Pesaro e Urbino.

Qui ha sede il Museo della Rocca Roverasca, che contiene la rievocazione storica, ossia la descrizione della vita di corte durante il rinascimento attraverso gli arredi e i costumi originali del tempo, e quello dell'armeria, che contiene le armi in voga a quel tempo, tra il medioevo ed il seicento, da bombarde a moschettoni.

A Macerata il Museo della Carrozza descrive in modo minuzioso il modo in cui si viaggiava in passato, fino al novecento. Contiene ad esempio una portantina originale del settecento fino a tutti gli accessori da viaggio oggi in disuso.

A Tolentino invece c'è il Museo Internazionale della Caricatura, che dispone di oltre 10.000 elaborati di stampo umoristico: stampe, incisioni, disegni, pitture, sculture che hanno fatto sorridere in ogni tempo e in ogni Paese. All'interno del complesso abbaziale di San Nicola si trovano anche il Museo delle Ceramiche, con una raccolta di preziose ceramiche dei secoli XVI-XIX, e il Museo degli Ex Voto, con tavolette votive della devozione a San Nicola.




A Fermo, ormai provincia autonoma, è possibile conoscere il mondo dei ghiacci grazie al Museo Polare S. Zavatti, che espone materiali diversi raccolti durante le cinque spedizioni compiute nelle terre artiche e antartiche dall'esploratore Silvio Zavatti: esemplari di flora e fauna, oggetti di uso quotidiano e utensili di lavoro degli Eschimesi, sculture groenlandesi e poi fotografie, carte geografiche e una fornita biblioteca sul tema.

A Cupra Marittima il Museo Malacologico Piceno ospita una ricca collezione di conchiglie. Si tratta di circa 700.000 esemplari di conchiglie, madrepore, coralli e cammei provenienti da tutto il mondo, che danno un'idea dell'enorme varietà di forme, colori e dimensioni di questi prodotti del mare, utilizzati sin dall'antichità come moneta di scambio e come ornamento.