comuni italiani

Località Turistiche Campane


Campania >>

Turismo e località in Campania


Campania

Lauro, Ischia e Gesualdo, turismo in Campania

A Pagani in provincia di Salerno, la Domenica in Albis si svolge una particolare cerimonia, che ricorda una leggenda del XVI secolo. Si racconta che alcune galline, avessero trovato nel terreno un quadretto della Madonna del Carmine, ora custodito nella chiesa a lei dedicata. Per il solito miscuglio e coincidenza tra leggende cristiane e pagane, la dea Proserpina era protettrice delle galline, e proprio a Pagani era presente una chiesa in onore della dea.

Ogni anno la statua della Madonna, portata in processione, viene ricoperta da galline, piccioni e colombe offerti dai fedeli. E questi volatili si attaccano alla statua senza fuggire, nonostante i botti e la confusione.

A Cava de' Tirreni in provincia di Salerno, a giugno si rievoca un fatto storico del 1460, quando soldati di armati di tromboni, contro gli Angioini, aiutarono il re di Napoli ad ottenere la vittoria. Come ringraziamento, il re, Ferdinando di Aragona, consegnò al paese una pergamena bianca sulla quale la città avrebbe potuto scrivere tutto ciò che voleva. La pergamena conservata ancora oggi, è rimasta bianca.

Ischia
A Ischia in provincia di Napoli a luglio si svolge la Festa a mare, nei pressi degli scogli di Sant'Anna, una festa che deriva dalle antiche usanze degli abitanti del luogo. Nella baia di Cartaromana è presente uno scoglio nel quale si trova una nicchia con l'immagine di Sant'Anna; e nel giorno del patrono i residenti conducevano sul posto a bordo di una barca le donne incinte, di cui la santa è protettrice.

Questa abitudine si è consolidata nel tempo e si è trasformata in una festa notturna, illuminata dalle lampare e con "buattelle" e "cuoppi", cioè fiammelle accese sugli scogli e sui balconi delle case del comune.

Gesualdo
A Gesualdo, nell'Avellinese ad agosto si svolge una spettacolare festa popolare religiosa, che rievoca la lotta fra l'angelo e il diavolo. Un bambino impersona l'angelo, con una veste bianca, l'elmo, la spada e le ali, viene appeso in aria al centro della piazza; durante le celebrazioni della vita di San Vincenzo, la cui statua è presente al centro della piazza, arriva il diavolo, che comincia ad insultarlo e invita gli abitanti alla ribellione e al peccato. A questo punto una nuvola di fumo avvolge il diavolo, che scompare.




Mirabella Eglano, Flumeri
A Guardia dei Lombardi e a Fontanarosa entrambe in provincia di Avellino, come ringraziamento per il raccolto sfilano i Carri di grano, mentre una Sagra del grano viene aperta a Foglianese in provincia di Benevento, in occasione della festa di San Rocco.

A Mirabella Eclano in provincia di Avellino, si svolge la Festa dell'Obelisco di Paglia come ringraziamento per il raccolto. A Flumeri in provincia di Avellino c'è la Festa del giglio durante la quale viene allestito un giglio gigante in legno, sul quale vengono poste spighe di grano e oggetti di paglia artisticamente intrecciati. L'enorme giglio in legno costruito ogni anno viene trasportato per le vie del paese da centinaia di persone che tengono in equilibrio il pesante obelisco.

Le ceramiche della Costiera Amalfitana
In Campania, dal mare hanno preso spunto molte produzioni artigianali. Ad esempio le ceramiche di Ischia o della Costiera Amalfitana e di Vietri riprendono il blu del Tirreno. Non a caso Torre del Greco è la patria della lavorazione del corallo e dei cammei.

Un tempo il corallo era presente anche in queste acque, mentre ai giorni nostri è necessario cercare la materia prima all'estero, lavorata qui con le antiche competenze tecnico-artistiche e la creatività che permettono di creare i gioielli più preziosi.

Grande raffinatezza e importanza è data alla maestria della porcellana legata alla fabbrica di Capodimonte, con le tipiche statuine che raffigurano per lo più immagini popolari, e con i preziosissimi servizi da tavola.

Ad Ischia, è ancora molto presente la tradizionale produzione di cestini in rafia e in fibre vegetali intrecciate.