comuni italiani

Emilia Romagna


Emilia Romagna >>

Turismo in Emilia Romagna

San Martino in Rio

Turismo in Emilia Romagna, le località da visitare (4)

San Martino in Rio
A San Martino in Rio in provincia Reggio Emilia, auto e motociclette d'epoca sono esposte nel Museo dell'Automobile a testimonianza della storia della motorizzazione. Tra le vetture esposte sono presenti la Fiat 2100 usata da Papa Giovanni XXIII.


Collecchio
A Ozzano Taro, frazione di Collecchio in provincia di Parma, nella Raccolta Etnografica E. Guatelli di sono esposti arnesi e macchinari utilizzati nelle lavorazioni tradizionali. Inoltre si può riscoprire il lavoro dei venditori ambulanti e gli spettacoli che in antichità animavano le strade con scimmie e orsi.




Monticelli D’Ongina
A Monticelli d'Ongina in provincia di Piacenza, nelle ampie cantine del castello è situato il Museo Etnografico del Po. Vi sono censiti modellini di barche usate sul fiume e gli attrezzi dei mestieri più presenti nella zona, cioè dei pescatori e dei cavatori di ghiaia. In un acquario vivono i pesci tipici delle acque padane.

Tredozio
A Tredozio, nel Forlivese, si svolge una Sagra dell'Uovo in piena regola nei giorni di Pasqua e Pasquetta. In antichità le uova venivano benedette in chiesa. Poi avveniva, come ancora oggi, la cosiddetta "battitura", una gara fra due contendenti: chi rompe il guscio dell'uovo dell'avversario con il proprio, vince e si prende anche l'uovo.

Sempre a tredozio si svolge il campionato dei mangiatori di uova sode e si gareggia anche per la sfoglia più grande. Viene data a i turisti una canna da pesca per "pescare" premi da un uovo gigante. Il lunedì di Pasquetta il palio si svolge sul fiume Tramazzo, luogo della sfida tra quattro rioni per vincere l'agognato uovo d'argento. Si cerca di colpire un bersaglio a forma di uovo gigante da una sponda all'altra del fiume: i "proiettili" sono uova che gli avversari cercano di colpire al volo con grandi padelle. In grande pagliaio vengono quindi nascoste numerose uova che, i concorrenti devono cercare e tirare al compagno, senza fare frittate.

Ma la parte più divertente della sagra è la spettacolare battaglia delle uova: se ne utilizzano più di duemila per il "bombardamento" da un fortino all'altro. Durante la battaglia capita sovente che venga colpito anche qualche spettatore. Ultima disfida è il tiro alla fune dove i perdenti possono beneficiare di un bagno rinfrescante nel torrente...