comuni italiani

Città di Orvieto


Umbria >>

Città di Orvieto

Umbria

Orvieto città e provincia


Orvieto è sede di due importanti manifestazioni religiose: la festa della Palombella il giorno della Pentecoste e il Corpus Domini. La Palombella secondo le sacre scritture rappresenta la discesa dello Spirito Santo sulla Madonna e sugli Apostoli, in preghiera.

Anche la Pentecoste veniva celebrata fin dal 1387, dapprima nel duomo e successivamente, nella piazza antistante. Nella chiesa di San Francesco, in posizione frontale rispetto al duomo, si colloca un'edicola che raffigura l'Empireo, nel quale è sistemata una colomba bianca, ornata con nastrini rossi; la palombella viene calata lungo un cavo d'acciaio fino a raggiungere il Cenacolo davanti alla porta del duomo. Al termine della discesa della colomba, si accendono alcune fiammelle sulle teste degli apostoli e di Maria, con un contorno sonoro di scoppio di molti mortaretti.

in antichità si traevano auspici per il raccolto proprio dall'andamento della "corsa" della palombella, che veniva regalata coppia che si sposava dopo questa festa, come rappresentanza simbolica di pace e di fertilità. Oggi nel giorno del Corpus Domini teatro di molte manifestazioni, viene ricordata proprio l'istituzione di questa festa grazie a un miracolo avvenuto nel XIII secolo.




Pietro da Praga, sacerdote interdetto sulla reale presenza di Cristo nell'ostia consacrata: celebrando a Bolsena la sacra messa, vide dall'ostia stillare alcune gocce di sangue, che macchiarono il vestito liturgico. Quando il papa Urbano IV venne a conoscenza della storia comandò che le reliquie insanguinate fossero portate a Orvieto. Dall'anno successivo la festa del Corpus Domini venne estesa in tutto il mondo cattolico.

Le reliquie sono ancor'oggi portate in processione per la città, con sfondo di stendardi che ricordano i vari attimi del miracolo. Un corteo religioso ed uno storico con ricchi costumi dell'epoca medievale si affiancano per celebrare il tempo in cui Orvieto era sede papale. Da segnalare anche un'altro fastosa processione, il Corteo delle Dame in costumi medioevali, accompagnate da musicisti, danzatori e sbandieratori.