comuni italiani

Pantheon


Regioni Italiane >> Lazio >> Monumenti Piazze e Chiese a Roma >>

Il Pantheon a Roma


Il Pantheon di Roma ebbe una prima realizzazione di forma rettangolare, eretta nel 27 avanti Cristo da Marco Vipsanio Agrippa, per poter venerare le sette divinità planetarie collegate al culto dei pianeti. Un vigoroso incendio, nell'80 d.c., la danneggiò gravemente.


Nuovamente riedificata ad opera di Domiziano, venne nuovamente danneggiata nel 110 dc. Fu sotto l'impero di Adriano, tra il 118 ed il 125 dc che venne restaurata in modo simile a come la possiamo ammirare ancor oggi.



Il Pantheon     Il Pantheon Roma     Roma: Il Pantheon




La facciata venne ruotata di 180°, con una costruzione cilindrica, realizzata in muratura, la cui cupola in calcestruzzo ed un pronao con 16 colonne in granito rosa e grigio.



Nello spessore delle pareti vi sono ben 7 grandi nicchie, poste tra le due colonne corinzie, sormontate da pregiate edicole marmoree. Di tutti i danneggiamenti e le ristrutturazioni che si sono susseguite nel corso dei secoli, la porta di imponenti dimensioni, in bronzo, che chiude il portale marmoreo, potrebbe essere rimasta quella originale.



La Cupola del Pantheon venne realizzata su di una centina di legno, con una sola gettata di calcestruzzo, ha una forma emisferica e la sua altezza è la medesima del corpo del tempio. Per questo motivo, il Pantheon ha una forma di una mezza sfera appoggiata ad un cilindro della stessa altezza e dello stesso raggio. La Cupola è fornita di decorazioni. In particolare, possiamo vedere i cinque ordini di cassettoni concentrici che si restringono fino all'apertura circola.



nel pavimento del Pantheon ci sono quadrati e cerchi inscritti, con i marmi utilizzati nella decorazione architettonica, con uso di porfido, di granito e di giallo antico. Nelle varie nicchie interne si trovavano le statue delle divinità. Il Pantheon, infatti, era un tempio alla memoria di tutti gli dei. Un tempio che spesso è stato inteso in onore delle famiglie dinastiche.