comuni italiani

Piazza del Campo


Toscana >> Chiese e Monumenti in Toscana >>

Piazza del Campo a Siena

Il Cuore della città e teatro del famoso Palio, Piazza del Campo a Siena


Piazza del Campo è una delle piazze più ammirate ed oggettivamente belle d'Europa. La sua forma a conchiglia deriva dalla necessità di creare uno spazio pubblico esteso nel punto dove si incontrano le dorsali di tre colline. Sul perimetro della piazza viene celebrato due volte l'anno, il celebre Palio di Siena, in una cornice pittoresca ed unica al mondo. Sulla piazza domina il Palazzo Pubblico con la Torre del Mangia, il punto panoramico migliore della città.



Duomo di Siena     Siena il Duomo     Il Duomo di Siena



Piazza del Campo non nacque casualmente. La sua struttura e la tipologia degli edifici che l'attorniano furono strettamente regolamentate nei secoli in modo da creare e conservare un ambiente omogeneo dalle proporzioni prestabilite e immutabili. Balconi e ballatoi erano proibiti; il cotto doveva essere preferito tra i materiali da costruzione; e le torri non avrebbero dovuto superare quella del Mangia.



La piazza fu costruita a partire dal Duecento. Dal Trecento fu pavimentata a pietra e mattoni e la struttura di questa pavimentazione si è conservata fino ad oggi.



Malgrado tutte le piazze medievali abbiano analoghe caratteristiche di centralità e magnificenza, quella di Siena impressiona maggiormente proprio per le sue dimensioni, tanto più sorprendenti quanto più strette e tortuose sono le vie che vi conducono da ogni parte.



I palazzi che l' attorniano sono una chiara testimonianza della ricchezza accumulata dalla città nel Medioevo con il commercio e l'attività bancaria.



La piazza è dominata dal Palazzo Pubblico, il più elegante fra tutti i palazzi gotici toscani, costruito a partire dalla fine del Duecento.



La parte inferiore è in pietra, le parti superiori, con la torre, in laterizi. Di fronte, sorge il Palazzo Sansedoni, pure in mattoni, opera settecentesca di ristrutturazione di un complesso di palazzi del Duecento.



La sua facciata curvilinea è un perfetto esempio del rispetto per la tradizionale architettura della piazza. Quasi al centro del vasto spazio, la monumentale fonte Gaia.



Due volte l'anno, nella piazza si svolge il Palio: per la corsa viene disteso uno spesso strato di terra tufacea a formare un anello.