comuni italiani

Festa dei sapori per la Sagra del Pesce


Veneto >>

Festa dei sapori a Chioggia per la Sagra del Pesce




Sagra del Pesce

Dall’11 al 20 Luglio Festa dei sapori a Chioggia per la Sagra del Pesce

La ricetta intramontabile della Sagra del pesce di Chioggia si arricchisce di nuovi ingredienti. La festa dedicata ai sapori del mare e della laguna e alla riscoperta delle tradizioni dei pescatori quest’anno giunge alla settantunesima edizione con un ricco calendario di manifestazioni culturali collaterali.

Dall'11 al 20 luglio 2008 il Corso del Popolo diventa una ricca tavola imbandita con ben sette stand dislocati per la città dal Duomo all’Isola di San Domenico. I ristoranti e le trattorie dei Centri storici di Chioggia e Sottomarina sono pronti a portare sulla tavola, menù tipici contraddistinti dalla freschezza delle loro componenti. 

La sagra del pesce è la manifestazione più importante per la città e riconosciuta all’esterno – commenta l’assessore al marketing territoriale Maria Grazia Marangon – Abbiamo arricchito la proposta della sagra con importanti novità per rilanciare questo importante evento cittadino coinvolgendo l’intera città.”  




Inaugurazione con i vip. Per l’apertura ufficiale è previsto l’arrivo per domani di uno speciale gruppo di Vip. Assieme al sindaco Romano Tiozzo, i big del mondo dello spettacolo taglieranno i nastri inaugurali posti su ogni stand. Il ritrovo è alle 20,30 in Piazza Duomo. Protagonisti della serata saranno la bellissima Ramona Badescu attrice e showgirl, Hoara Borselli vincitrice del reality “Ballando con le stelle”, la trasgressiva dj Silvia Rocca, Miriana Trevisan, Desy Frascari, il mago Antonio Casanova, Andrea Roncato, Edoardo Leo, giovane promessa del cinema, Rosario Rannisi trionfatore del reality “La fattoria”, Andrea Bianchi eletto “Più bello d’Italia” nel 2007, Anna Prete, valletta di Carlo Conti nella trasmissione “I migliori anni”, e Pago, vincitore di “Music Farm”. A fare da cornice alla serata l’esibizione itinerante del Coro popolare chioggiotto e dei trombettieri araldi della Serenissima. Alle ore 21,30 in Piazza Vigo entra il scena il Piccolo teatro Città di Chioggia con la commedia goldoniana Le Baruffe chiozzotte.  

Le proposte della tradizione culturale veneta e chioggiotta. Gli appuntamenti, tutti gratuiti, hanno inizio alle ore 21,30 sul palco di Piazza Vigo. Sabato 12 il sipario è per la Compagnia d’espressione Pippo Zaccaria con Ciosotti se nasse, miscellanea di dialoghi e sketch della tradizione chioggiotta. Domenica 13 l’associazione eventi italiani ci conduce in un Viaggio attraverso il mondo del musical. nel fine settimana sono previste esibizioni itineranti del Gruppo Folk Gondolieri. Si prosegue con lo spettacolo i Gondolieri di Canal Grande a cura della Nuova Accademia di Venezia (Lunedì 14), La Casanova (Martedì 15) e La Locandiera (Mercoledì 16), spettacoli teatrali allestiti dalla compagnia Teatronovo, il Concerto dei Metuoz (Giovedì 17) band di giovani musicisti, I Pellegrini di Marostega, (Venerdì 18) e Sior Todero Brontolon (Sabato 19), piece teatrali messe in scena dalla Compagnia I Rusteghi. Le serate culturali si chiudono domenica 20 a con l’esibizione Terramari, spettacolo di teatro e danza curato dal Centro Formazione Danza e Ginnastica. In centro storico tutti i giorni ci si potrà divertire grazie all’ilarità del Laboratorio di cabaret folkloristico della Compagnia d’espressione Pippo Zaccaria, mentre vicino al Campanile di Sant’Andrea un maxischermo proietterà il viaggio nelle profondità del parco marino delle Tegnue. Da Sabato 12 a Domenica 20 nei pressi del Municipio verrà riproposta l’iniziativa Liber .. Liberiamoci con lo scambio gratuito di libri a cura del Comitato Donne di Chioggia.

Organizzazione. Gli stand lungo il Corso del Popolo, aperti dalle 19.30 moltiplicano le loro offerte con animazioni ed ambientazioni differenti in sette diversi punti della città. A piazza Duomo lo stand allestito dalla Polisportiva Borgo San Giovanni, vicino alla Chiesa di San Martino la Libertas-Volley pallavolo, davanti alla Cassa di Risparmio l’associazione Asi Ciao, in piazza San Giacomo l’associazione Antigone, in Piazza Granaio la Pro Loco, a Palazzo Morosini il Masci e a S. Domenico la Uisp.

Solo per mercoledì 16 luglio verrà proposto il menù “Il pesce nelle tavole del mondo”.

Tutti gli stand rispettano rigorosamente le norme igienico - sanitarie previste. Inoltre sono stati allestiti bagni pubblici per il personale e per gli ospiti. Una commissione di esperti valuterà durante la sagra le varie offerte degli stand per una verifica sulla realizzazione dei progetti concordati con l’amministrazione. Il giudizio della commissione permetterà alle associazioni di essere ammesse alla partecipazione alla sagra per il prossimo anno.

Punto informativo e Logo. Davanti al Municipio sarà creato un punto informativo gestito dal Comitato Donne di Chioggia. In questo stand i turisti, non residenti, esibendo la carta d’identità potranno ritirare una cartolina. Con la compilazione della stessa, che permetterà di censire gli arrivi alla Sagra, si potrà ricevere un gadget e ritirare un coupon per un viaggio gratuito con il bragozzo Ulisse per i canali della città. Un nuovo logo, che sarà a breve registrato, è stato creato per la sagra di Chioggia.

La festa dei sapori. La sagra del pesce e le offerte degli stand e della ristorazione locale sono in grado di soddisfare tutti i palati. Dalla tradizione veneta dell'agrodolce delle “sarde in saore”, si passa alle "bibarasse, caparossoli o peòci in cassopipa", le vongole di mare o di laguna o le cozze cotte con un soffritto di cipolla, usati sia come antipasto che come condimento con gli spaghetti.

Pietanze più raffinate sono la granseola o le capesante passando per i primi piatti freschissimi come i risotti di pesce talvolta arricchiti della presenza del radicchio rosso locale, la cosiddetta rosa di Chioggia. Il trionfo dei sapori si raggiunge con la grigliata mista di pesce e con la  varietà delle fritture con l'aggiunta delle "schile e marsioni", gamberetti  di laguna, servite su crema di polenta e con le prelibate "moleche", granchi in muta. La festa giunge al termine con gli assaggi dei dolci tipici: la "smegiassa", focaccia a base di miele nero,  i "papini", fatti a ciambelline  dal gusto leggermente di vaniglia e dall'impasto piuttosto duro, il "pan conso",  il "pan dolse",  le "bissiòle" e  la Ciosòta, la torta a base di carote e radicchio.

 

Per informazioni www.eventi.chioggia.org