comuni italiani

Cucina Umbra


Umbria >>

Cucina Umbra

Umbria

Specialità gastronomiche umbre


L'olio extravergine d'oliva è prezioso dal punto di vista nutrizionale oltre al suo prelibato gusto. Le olive che lo producono sono di eccellente qualità grazie al clima della regione, coltivate e raccolte con metodi naturali, come da tradizione dei produttori umbri.

Il risultato è un olio tutelato dalla Dop dal gusto fresco e intenso, con sfumature vegetali e fruttate, adatto con ogni tipo di cibo.

Suggestioni dello spirito e del gusto
L'umbria annovera un patrimonio artistico senza eguali e importanti musei enogastronomici quali il museo del vino e di tanti ottimi prodotti della terra.

Perugia dove si possono visitare il palazzo dei Priori, il duomo e la fontana Maggiore. Significativa è la produzione di vini Doc quali i Colli Altotiberini bianco, rosso e rosato; Colli Perugini bianco, rosso e rosato e di salumi suini, come la mortadella umbra prodotto con carne magra di maiale, macinata e insaccata in budello, e pressata per ottenendo una forma a parallelepipedo.

La stagionatura dura dai quattro ai cinque mesi. Per addolcire il palato assaggiate l'attorta a forma di serpente arrotolato, guarnita con mandorle e frutta secca, e le pinoccate che sono dolcetti a base di pinoli; sono dolci tipici del Natale, ma si preparano tutto l'anno. A Perugia è ottimo anche il cioccolato, cui è dedicato un festival in ottobre per le vie della città.

A Torgiano: assaggiate un grande vino Doc, il Torgiano rosso Riserva, e visitate l'interessante Museo del Vino.

Il regno del Sagrantino, comprende i centri vitivinicoli di Bevagna, borgo di atmosfera medioevale, Montefalco chiamato "ringhiera dell'Umbria" per la sua posizione affacciata sulla valle, borgo ricco di monumenti e di opere d'arte.

Foligno dove si deve partecipare alla Quintana la seconda domenica di settembre, e visitare il duomo, la Pinacoteca Comunale e gustare i dolci tipici: torciglione, ciambella di pasta di mandorle dolci, panpepato, uvetta sultanina, cioccolato, pinoli, pepe e vino, e pangiallo, pane dolce a base di farina di mais, mandorle, nocciole e cocco.

Spello, col suo suggestivo centro storico in pietra rosata.




Ad Assisi, centro artistico e spirituale senza tralasciare la buona cucina: formaggi, salumi, olio e la rocciata antico dolce mele, prugne secche, fichi secchi, uvetta, noci, cannella e Vin Santo.

Santa Maria degli Angeli con la sua imponente basilica rinascimentale, e dove si possono assaggiare due formaggi prelibati: la caciotta al tartufo, prodotta con latte intero di mucca e pecora e tartufo nero grattugiato, e il ravaggiolo, di latte di pecora, dal gusto dolce e delicato.