comuni italiani

Emilia Romagna


Emilia Romagna >>

I parchi dell'Emilia Romagna

Parchi emiliani

I parchi naturali in Emilia Romagna

L'Emilia Romagna è una regione in prima linea riguardo salvaguardia della natura, con i suoi 13 parchi naturali, 12 riserve e una quarantina di aree ecologiche (più diverse altre in corso di istituzione). Partiamo da Bologna, passando per il parco dei Gessi, il bosco della Frattona e concludiamo con il delta del Po.

Quando la natura è spettacolo
A sud di Bologna, nella zona compresa fra il fiume Savena e lo Zena e il monte Calvo (335 m), si estende il parco naturale dei Gessi bolognesi e dei Calanchi dell'Abbadessa comprensorio dalle caratteristiche eccezionali: comprende infatti le più importanti riserve italiane di gesso naturale, un grandissimo sistema di fenomeni carsici con molte grotte sviluppate su più livelli, e il meraviglioso complesso dei calanchi nei dintorni del passo della Badessa.




Grandi cristalli trasparenti sono presenti nelle grotte di gesso con stalattiti di gesso, formate dall'evaporazione in età preistorica. Molte di queste cavità, come la grotta del Farneto, sono state abitate dall'uomo nella preistoria. Nelle valli dell'Acquafredda e di Ranzano, la vegetazione comprende: leccio, lillatro, alaterno e osiride. Nel fondovalle vive una flora tipica dei climi freddi, come la Isopyrum thalictroides e la felce Cheilanthes persica. Nei territori più aridi la flora è di tipo mediterraneo. La fauna è quella tipica dell'Appennino emiliano.