comuni italiani

Via Posillipo


Regioni Italiane >> Campania >> Musei, palazzi e monumenti in Campania >>

Via Posillipo a Napoli

Napoli, la Via di Posillipo, la classica veduta sulla città


Proseguendo il proprio cammino turistico oltre Mergellina, ad ovest si incontra la collina di Posillipo. Essa si protende in mare e suddivide il Golfo di Napoli dal Golfo di Pozzuoli. La Via che sale a Posillipo mostra tutta Napoli con lo sfondo sul Vesuvio. Questa vista rappresenta quella classica con cui Napoli è famosa in tutto il mondo.




Via Posillipo     Via Posillipo a Napoli     Napoli: Via Posillipo



Nell'antichità, la collina di Posillipo era ricca di ville circondate da giardini, delle quali oggi non restano che ruderi quasi inaccessibili.


La più celebre di queste ville era stata chiamata Pausilypon (che libera dalle preoccupazioni) dal suo proprietario Vedio Poliione: da qui nacque il nome di Posillipo esteso a tutta la zona.


La rupe di Coroglio, sul promontorio, offre straordinari panorami sui golfi di Napoli e di Pozzuoli e sull'isola di Nisida.


La via di Posillipo fu fatta progettare da Gioacchino Murat e realizzata a partire dal 1812. Nella sua parte iniziale, si trovano la seicentesca fontana del Sebeto, la neoclassica villa Doria d'Angri e il palazzo Donn'Anna.


La salita continua, fra ville e parchi, fino al quadrivio del Capo, dove si incontrano le antiche vie che conducevano a Marechiaro e alla Gaiola.


Nel Parco della Rimembranza spicca l'insolita Ara votiva per i Caduti della Patria, edificio in stile neoegizio progettato come mausoleo privato e poi terminato come monumento pubblico per accogliere le salme dei caduti in guerra.





Marechiaro, che si raggiunge scendendo i ripidi fianchi di Posillipo, era in origine un villaggio di pescatori tra le cui case si possono ancora rintracciare ruderi romani.


Una finestrella segnalata da una lapide richiama immediatamente alla memoria la celebre canzone "a Marechiare" composta da Tosti su versi di Salvatore Di Giacomo.