comuni italiani

Capodanno 2018 a Varese


Capodanno >> Capodanno in Lombardia

Feste di Capodanno 2018 a Varese

La pagina che raccoglie le feste che si svolgono a Varese per celebrare Capodanno 2018. Potrai quindi organizzare il tuo viaggio per Capodanno, o le tue vacanze, consultando tutte le offerte, per un capodanno in piazza, in albergo, o in un agriturismo.



Capodanno Varese  2017



Le proposte per capodanno a Varese sono tantissime, potrai scegliere il classico capodanno, ma anche un capodanno alternativo.









Eventi di Capodanno 2018 a Varese



Capodanno all'Hotel Ungheria di Varese

Dal 1946 la famiglia Segafredo si dedica all'accoglienza, da quando tra gli alberghi a Varese, l'Hotel Ungheria divenne il prediletto dai viaggiatori che sostavano a Varese lungo la strada per Milano e dai gran signori che elessero Varese a luogo privilegiato di villeggiatura per l'ottima posizione tra colline, laghi e monti incantevoli.

Il primo artefice del successo dell'Hotel Ungheria, è Ermenegildo Segafredo che negli anni 50 del Novecento dà vita ad uno dei più apprezzati tra gli alberghi a Varese per l'accoglienza cordiale e per l'attenzione dedicata agli ospiti. Sala da ballo, trattoria, campi da bocce in quegli anni allietano il soggiorno di chi si ferma all'albergo sia per affari sia per vacanza.

Nel corso degli anni la cultura dell'ospitalità è tramandata di padre in figlio con successo, e gli eredi di Ermenegildo Segafredo adeguano l'Hotel Ungheria alle moderne esigenze degli ospiti, sempre con la stessa cura e con le stesse attenzioni di sempre.

Oggi, l'Hotel Ungheria è un riferimento tra gli hotel 3 stelle a Varese. Costantemente rinnovato nella struttura, l'albergo propone servizi e comfort attuali con la stessa cordialità e attenzione che da più di 60 anni contraddistingue l'Hotel Ungheria.

Data: 31 dicembre 2017

Maggiori info su: http://www.hotelungheria.it






Derby Cabaret – Spettacolo di Capodanno al Teatro Mario Apollonio

Il Cabaret in Italia aveva un indirizzo: via Monte Rosa 84, Milano. Erano gli anni sessanta quando il Derby Club aprì i battenti in uno scantinato d’una palazzina liberty in zona San Siro. In poco tempo diventò una delle più grandi fucine della comicità italiana.

Nato inizialmente come ristorante dove si suona anche jazz, il suo primo nome di battesimo fu Gi-Go, ben presto luogo di ritrovo dei protagonisti della musica milanese di quei tempi, da Celentano a Mina. Ma solo nel 1962, dopo l’ingaggio dato al pianista Enrico Intra (Intra’s Derby Club, per la vicinanza a San Siro e la frequentazione di appassionati ippici e di giornalisti sportivi), il locale inizia la sua ascesa nel mondo del cabaret.

Dai Gufi a Enzo Jannacci (che qui trovò il suo primo pubblico di estimatori tra cui Luciano Bianciardi) alla coppia Cochi e Renato, da Teo Teocoli a Walter Valdi, Paolo Villaggio, Lino Toffolo, Dino Sarti, Antonio Ricci, fino a Diego Abatantuono, Paolo Rossi, Massimo Boldi, Felice Andreasi e all’ultima generazione di Claudio Bisio, allora in coppia con Antonio Catania, il locale fu il vero trampolino di lancio per innumerevoli comici del momento, oggi personaggi di grande popolarità, sia televisiva sia teatrale e cinematografica.

Più che un locale notturno era un ritrovo di amici, dove la famosa quarta parete era già stata da tempo abbattuta. Per quasi trent’anni, fu punto di riferimento per gli artisti di tutta l’Italia, fino al 1986, anno della chiusura.

Oggi la comicità è cambiata. Gli interpreti del cabaret si sono trasformati in artisti che sfornano una performance televisiva di pochi minuti.

Derby Cabaret mette in scena questa nuova comicità, intinta nella tradizione del Derby Club, rievocando e rivivendo quelle che furono le atmosfere di quegli anni gloriosi per la comicità milanese e nazionale.

Derby Cabaret ripropone la tradizione del Derby Club, grazie al lavoro autorale di Maurizio Colombi, Diego Boscaro e Dino Colombi.


Data: 31 dicembre 2017 ore 22.00

Fonte: http://www.teatrodivarese.it






NOTA BENE: Gli eventi pubblicati in questa pagina potrebbero aver subito delle variazioni, essere stati annullati o citati per errore: siete pregati di verificare attraverso i siti ufficiali o quelli istituzionali dei comuni l'effettivo svolgimento delle manifestazioni.