comuni italiani

Natura in Molise


Molise >>

Natura in Molise

Molise

La Natura in Molise, i parchi naturali


Le Riserve naturali di Collemeluccio e di Montedimezzo si trovano nell'alta valle del Trigno, sui terriotri dei comuni di Pietrabbondante e di Vastogirardi, ricoperti da arenarie e calcari marmosi, distano fra loro circa 20 chilometri e sono state unite in una riserva per il loro pregio forestale.

La Riserva di Collemeluccio, grande 363 ettari nei pressi del santuario italico nel comune di Pietrabbondante a quota 1.066 metri, protegge una rara foresta naturale di abete bianco, albero che in antichità veniva considerato sacro, ma in tempi recenti vittima di tagli indiscriminati. I boschi ancora presenti si trovano associati al cerro e di rado anche al faggio, nelle zone più elevate della riserva; nelle zone basse invece prolifera insieme l'agrifoglio, specie protetta.

La Riserva di Montedimezzo, amplia 291 ettari e di altitudini che arrivano fino a 1.284 metri, è ricoperta da boschi di cerro e faggeti, in associazione con acero, perastro e melo selvatico, con sottobosco di agrifoglio.

La flora annovera ciclamino, ranuncolo canuto, caglio odoroso, erba fragolina. La fauna comune è costituita dai mustelidi (donnola, faina, tasso, volpe), da lepre, scoiattolo, cinghiale e gatto selvatico; fra gli uccelli risiedono nei boschi i picchi rosso maggiore, verde e muratore, le cince, il rampichino, mentre fra i rapaci vi sono l'astore, lo sparviero e il falco pecchiaiolo.

Nei fiumiciattoli presenti è possibile trovare la rana italica e la rana dalmatina. All'interno del territorio del comune di Carovilli, nell'alto bacino del Trigno, l'Oasi di Castiglione, protegge una cerreta d'alto fusto, con carpino bianco, orniello, acero campestre e montano; nel bosco trovano dimora volpi, faina e donnola, con cinghiale e daino. Tra i rapaci abitano questi boschi il Nibbio reale, simbolo dell'oasi.

A nordest della provincia di Isernia si sviluppa la Riserva naturale di Pesche, che possiede boschi di leccio, quercia e faggio, con presenza di pino nero e domestico. La fauna è quella tipica delle aree appenniniche.