comuni italiani

Udine


Città di Udine

Friuli Venezia Giulia

Udine, città e provincia

Città del Friuli Venezia Giulia, capoluogo di provincia, con 93.938 abitanti, situata a 113 metri di altezza nell'alta pianura veneta sulla sinistra del fiume Tagliamento. Nel territorio comunale, ampio 56,8 kmq e con 100.794 abitanti (86.188 nel 2005), si sviluppano industrie tessili (cotone e seta), metallurgiche, meccaniche, della birra, dei mobili e del cuoio.

Storia. Fu fondata sul luogo ove già sorgeva un castello che era dominio dei patriarchi di Aquileia fin dal sec. X, all'inizio del sec. XIII dal patriarca Bertoldo di Merania, e ragginse subito una notevole importanza come centro commerciale, in quanto abitata da numerosi mercanti di origine toscana. Ottenne perciò di potersi organizzare in comune, godendo di ampi privilegi. Del comune facevano parte anche esponenti dell'aristocraria locale, fra cui primeggiavano i Savorgnan, che ostili alla sovranità dei patriarchi, si rivolsero a Venezia, la quale nel 1420 Occupò Udine, facendone la sede del luogotenente della «Patria del Friuli», pur permettendo che la città conservasse i suoi ordinamenti comunali.

Nel 1483 Udine divenne anche la sede del parlamento friulano. Dal 1797 al 1815 passò più volte, come tutto il Veneto, dagli Austriaci ai Francesi e viceversa. Per breve tempo italiana nel 1848, Udine lo divenne definitivamente nel 1866; si sviluppò allora rapidamente soprattutto per le vie di comunicazione aperte con Venezia, Vienna, Trieste. Occupata dagli Austriaci nel 1917, tornò all'ltalia 3 novembre 1918.

Arte. L'edificio più antico è la chiesa di Santa Maria di Castello (sec. XII), primitiva pieve della città, romanica all'interno, rimaneggiata nel Rinascimento. Rimaneggiato anche (sec. XVIII) il duomo trecentesco, che conserva della costruziorie gotica originaria il portale centrale e quello del campanile, innalzato nel sec. XV sulle fondazioni ottagonali del battistero. Nell'interno barocco, notevoli dipinti di G. B. Tiepolo.




Monumentale centro della città è la piazza Contarena (ora piazza della Libertà) cinta da un armonioso complesso di edifici fra cui il palazzo del comune (o loggia del Lionello), in gotico-veneziano (1448-56), e la rinascimentale loggia di San Giovanni (1533) con la torre dell'Orologio (1527). Il castello, riedificato nel 1517 su disegno di G. Fontana, è sede della pinacoteca. Il palazzo dell' Arcivescovado conserva notevoli affreschi di G. B. Tiepolo. Nel 1936 fu costruito il vasto tempio-ossario di A. Limongelli e P. Valle.

Provincia di Udine. Ampia 4894 kmq e con 516.910 abitanti (2005; densità 105 ab./kmq), è suddivisa in 137 comuni. Le attività economiche della prov. sono imperniate intorno all'agricoltura, ma, dopo l'istituzione della regione autonoma, ha avuto notevole sviluppo anche l'attività industriale.