comuni italiani

La Spezia


Liguria >>

Comune di La Spezia




La Spezia

La Spezia e le Cinque Terre

Città della Liguria, capoluogo di provincia, con 117.430 abitanti, situata a 3 m di altezza nella piccola cimosa alluvionale che si trova nella parte più interna del golfo omon. le cui coste sono altrove sempre molto alte e scoscese.


Anche nella città giunge presso la costa la collina dominata dal Castel San Giorgio, che divide il centro in due settori: a Sudovest il nucleo originario, presso il quale sono stati costruiti i bacini dell' Arsenale, a Nordest la zona di sviluppo recente, con i maggiori stabilimenti industriali e i quartieri residenziali operai.

L'Arsenale è il maggiore d'Italia, e sono rappresentate a La Spezia tutte le industrie legate alla marina militare. Il porto mercantile, dotato di due moli artificiali di oltre 500 m, è soprattutto importatore di combustibili solidi e liquidi, materiali refrattari, metalli. Il territorio comunale, ampio 50 kmq, conta 124.547 abitanti (121.923 nel 2003).




Storia. Sorse come centro marinaro nel sec. XII. Popolata da fuorusciti guelfi genovesi (sec. XIII) combattè contro Genova e ne fu vinta nel 1274. Divenne sede di podestà nel 1343 e nel sec. XV fu un fiorente emporio commerciale e navale. Fortificata nel sec. XVI, svolse sempre un ruolo importante nella storia della repubblica genovese. Proclamato il Regno d'Italia (1861) fu la più importante piazzaforte marittima del Tirreno; elevata a capoluogo di provincia nel 1923, nel 1929 vi fu trasferita la sede della diocesi di Luni.

Arte e Monumenti. Dei secoli scorsi rimangono soltanto i ruderi del castello di San. Giorgio (sec. XIV), più volte rimaneggiato, e la chiesa di S. Maria Assunta (secc. XIV-XVI) che, completamente modernizzata all'esterno, conserva all'interno opere di A. Lomi, G. B. Casone e una pala robbiana.

Musei. Navale, Civico e Archeologico Lunense.

Provincia di La Spezia. Ampia 882 kmq e con 244.435 abitanti (2004; densità 277 ab./kmq), è suddivisa in 32 comuni. Comprende il bacino del fiume Vara e la piana terminale della Magra, a valle della confluenza con il Vara; inoltre si estende sulla Riviera di Levante da Deiva al Capo Corvo.

Le colture intensive sono diffuse nella piana della Magra e nelle zone pianeggianti lungo il Vara (cereali, ortaggi); abbondanti anche oliveti e vigneti (Cinqueterre). Di importanza locale la pesca (mitilicoltura a La Spezia). Cave di marmo (rosso di Levanto, portoro). Lo sviluppo industriale è tutto nel capoluogo (cantieri navali, fabbriche di esplosivi, ecc.).