comuni italiani

Ischia, Portici e Torre del Greco


Campania >>

Turismo in Campania: Ischia, Portici e Torre del Greco


Ischia, Portici, Torre del Greco

Suessa degli Aurunci

Sessa Aurunca in provincia di Caserta è stata costruita sull'antico terriotorio di Suessa degli Aurunci, sul versante meridionale del vulcano di Roccamonfina. Il paese conserva al suo interno l'antico borgo medioevale, e i conventi del XV secolo, ristrutturati tra il '600 e il '700, in stile barocco.

Il borgo superiore è dominato dal Duomo e dal Castello Ducale. Il Duomo costruito in stile romanico nel XII secolo ristrutturato nel '700, annovera all'interno un affresco bizantino che raffigura l'Adorazione dei Magi oltre al neogotico Sedile di San Matteo con strutture medioevali dell'antica sede delle assemblee cittadine. Il Castello Ducale costruito nel IX secolo, e restaurato nei secoli XIV e XV.

Carta, corallo e ceramiche
A Capua, all'interno del Museo Campano è è presente una sezione archeologica e una medioevale. all'interno della prima sono presenti vasi e terrecotte, apuli e lucani; bronzi e monete; mosaici, come il famoso "Gruppo di giovinette sacrificanti a Diana"; oltre alla preziosa di statuette votive in tufo dette "Le madri".

nella sezione medioevale si possono ritrovare oggetti paleocristiani, marmi romanici e bizantini, sculture del '400 e del '500, oltre ad una piccola pinacoteca che annovera dipinti dei secoli XVX-VIII, tra i quali un "Ecce Homo" del maestro Vivarini. Il museo è situato in via Roma 85.

Ischia
A Ischia è possibile visitare il Museo del Mare situato nel Palazzo dell'Orologio, che espone modellini di navi, attrezzature per la pesca, per la carpenteria delle navi, raccolte di fotografie, cartoline e francobolli che raffigurano soggetti legati al mare, come pesci, conchiglie, coralli.

Ad Ischia è possibile visitare anche il Museo delle Armi all'interno del Castello Aragonese all'interno del quale è possibile osservare armature e strumenti di tortura e una collezione di armamenti di ogni tipo.

Portici
A Portici, è possibile visitare il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa presente in questa località a simboleggiare come proprio Portici fu la prima cittadina in Italia ad essere stata collegata a Napoli dalla prima linea ferroviaria. Una serie di gloriose locomotive a vapore, di carrozze storiche, carrozze utilizzate dalla famiglia reale da personaggi del calibro di Umberto di Savoia e Maria José, e di tutto quel che riguarda il mondo del trasporto su rotaia.




Torre del Greco
A Torre del Greco è presente il Museo del Corallo, l' "oro rosso", un tempo pescato dai corallini in queste zone che poi lavorato creava preziosi monili. Oggi la pesca non viene più effettuata da queste parti, anche perchè ne è stata fatta davvero razzia, ma la lavorazione tradizionale continua. Annesso al museo, uno dei più antichi Istituti d'arte italiani, che descrive la lavorazione di questo prezioso materiale annovera in esposizione stupendi pezzi con incisioni fatte anche su madreperla e conchiglie.

Amalfi
Amalfi, ospita il Museo della Carta all'interno dell'antica cartiera del Palazzo Pagliara a testimonianza di come nel passato il paese fu un importante centro di produzione della carta. Nel museo sono conservate le apparecchiature usate per fabbricare e lavorare la carta. Sono in esposizione inoltre manoscritti, incisioni, libri a stampa, manifesti e locandine.

Vietri
A Vietri sul Mare, è presente il Museo della Ceramica nel quale sono esposti pezzi di carattere religioso come acquasantiere domestiche e targhe votive, oppure pezzi di uso quotidiano e soprattutto le tipiche mattonelle chiamate "riggiole" Non è causale che a Vietri come a Napoli siano presenti musei della ceramica, infatti questa lavorazione in regione è molto sviluppata, basti pensare alla fama delle porcellane di Capodimonte.