comuni italiani

Santa Maria della Salute


Regioni Italiane >> Veneto >> Monumenti, Chiese e Piazze in Veneto >>

 

Santa Maria della Salute, Venezia

Santa Maria della Salute a Venezia, una bianca montagna di marmo


La Chiesa di Santa Maria della Salute, posizionata in fondo al Canal Grande, con il suo caratteristico stile barocco completamente realizzato in marmo bianco, rappresenta insieme al Campanile e la Basilica di San Marco, all'isola di San Giorgio ed alla Chiesa delle Zitelle, uno dei vertici della vasta piazza d'acqua del bacino di San Marco.




Santa Maria della Salute     Santa Maria della Salute a Venezia     Venezia: Santa Maria della Salute




La Chiesa di Santa Maria della Salute venne realizzata in seguito al voto alla Madonna durante la peste del 1630. Fu Baldassarre Longhena ad aggiudicarsi la direzione dei lavori a seguito del progetto ambizioso che presentà al Senato della Repubblica di Venezia.


I lavori cominciarono nel 1631 e la chiesa venne completata nel 1687. Una realizzazione postuma visto che l'autore morì qualche anno prima.


Il 21 novembre, giorno della Festa della Madonna della Salute, a Venezia la festa viene celebrata in modo maestoso. Sul Canal Grande viene realizzato un ponte di barche in modo che i credenti, in processione, possano giungere da ogni parte della città.


La realizzazione della Chiesa di Santa Maria della Salute faceva parte dell'operazione di ristrutturazione urbanistica dell'area della Punta della Dogana, che prima era occupata da magazzini vari e dall'antico Convento della Trinità.


La pianta della chiesa è centrale, circondata da cappelle. La facciata è preceduta da una scalinata che scende al piccolo campo direttamente sulla riva, poco distante da San Marco. Dietro al corpo centrale, con alto tamburo e la cupola, l'autore Longhena pose un secondo volume minore, il presbiterio, con cupola anch'esso, due absidi e due alti campanili a lato.





L'effetto scenografico della chiesa è imponente, dovuto proprio a queste cupole digradanti ed alle colossali volute che raccordano la cupola principale al basamento. All'interno, ci sono opere di Tiziano, di Palma il Giovane e Le nozze di Cana del Tintoretto.


La tela de Le nozze di Cana è di grandi dimensioni, caratterizzata da una lunga prospettiva diagonale sulla tavola e movimentata da improvvisi e violenti effetti di luce sui tanti personaggi che la affollano.