comuni italiani

Pompei


Regioni Italiane >> Campania >> Musei, palazzi e monumenti in Campania >>

Gli scavi di Pompei

La città romana di Pompei e le sue rovine dopo l'eruzione del vesuvio


Gli scavi di Pompei rappresentano uno dei musei all'aperto e dei siti archeologici più visitati d'Italia e del mondo. Essi hanno un valore storico incredibile, poichè sono presenti le condizioni praticamente intatte della florente cittadina romana di Pompei quando venne seppellita dalle ceneri laviche dell'eruzione del Vesuvio che la seppellirono il 24 Agosto del 79 d.C.

Scavi di Pompei     Scavi di Pompei     Scavi di Pompei



Le rovine di Pompei rappresentano un favoloso sito per la comprensione del mondo antico. La città di Pompei venne fondata nel VII secolo a.C. sul pianoro dominante la foce del Sarno. Aveva una ricca via di comunicazione con la costa ed era ricca di zone saline. I primi abitanti, e fondatori della città furono gli Osci, un popolo culturalmente figlio della tradizione greca ed etrusca.


Verso la fine del V secolo a.C. Pompei passò sotto il dominio dei Sanniti, che si impossessarono di tutto il territorio campano spodestando gli Etruschi. Pompei durante questa fase crebbe, si sviluppò e divenne una città in continua espansione. Dopo le Guerre Sannitiche Pompei passò sotto il dominio dei Romani, i quali diedero un ulteriore impulso alla sua crescita. Pompei vide un veloce progresso economico ed edilizio. Parte della popolazione pompeiana addirittura viveva immersa nel lusso. Alcune abitazioni mostrano ancor oggi lo sfarzo di alcuni privilegiati.


La massima espansione di Pompei avvenne nel I secolo dopo Cristo, l'ultimo della sua storia, quando assunse la forma tipica di una città romana, così com'è stata immortalata nel giorno tragico della sua fine.


Gli scavi di Pompei hanno inizio sotto il Regno dei Borboni a partire dal 30 marzo 1748 e durarono circa 250 anni. L'area archeologica si estende per 86 ettari e la gestione degli scavi ha portato alla divisione dell'area in 9 Regiones. La città romana è solo parzialmente dissotterrata.





Tra le aree di maggior interesse a Pompei, troviamo la Via dell'Abbondanza, da cui si apre il Foro, il tempio di Apollo, il tempio di Giove.


Orari di apertura degli scavi
dal 1° novembre al 31 marzo: tutti i giorni dalle ore 8.30 alle ore 17.00 (ultimo ingresso ore 15.30)
dal 1° aprile al 31 ottobre: tutti i giorni dalle ore 8.30 alle ore 19.30 (ultimo ingresso ore 18.00)


Giorni di chiusura:1° gennaio, 1° maggio, 25 dicembre


Biglietti
(prezzi in vigore dal 1.07.2006)


Singolo (validità 1 giorno)
Intero € 11,00
Ridotto € 5,50


Con accesso a 5 siti (Pompei, Ercolano, Oplonti, Stabia, Boscoreale) - (validità 3 giorni)
Intero: € 20,00
Ridotto: € 10,00 (*)


Gratuito: per i cittadini dell'Unione Europea minori di 18 anni o maggiori di 65 anni