comuni italiani

Valle d'Aosta


Valle d'Aosta >>

Turismo in Valle


itinerari di montagna

Aosta, montagna e turismo

Partendo da Aosta, si segue la Statale, per circa 30 chilometri di curve e panorami e si giunge al valico del Gran San Bernardo, l'Alpis Poenina e poi Monslovis dei Romani, a quota 2.473 metri.

Il colle è raggiungibile dal selciato dell'antica strada romana, intagliata per circa 50 metri nella roccia viva, che diviene invisibile in prossimità dei resti archeologici della Rupe sacra e dalle tracce murarie di un tempietto e dei due edifici della stazione di sosta e cambio dei cavalli.

Al di la del confine svizzero si presenta il famoso Ospizio, al cui interno è presente un piccolo museo. Il tempietto, vicino a un laghetto, che ha restituito diverse offerte votive lasciate dai viaggiatori in transito in segno di ringraziamento. Si presume che anche il grande lago del colle, illacus Poenus, possa ospitare altri oggetti.




Napoleone sul colle
Nel maggio del 1800 il Gran San Bernardo fu solcato dall'esercito di Napoleone: 50.000 uomini, 10.300 cavalli, 700 muli, 76 particolari di artiglieria, 50 traini e un centinaio di vetture impiegarono una decina giorni per scendere a valle, in direzione Marengo.