comuni italiani

Bracciano


Lazio >> Provincia di Roma >> Comuni in Provincia di Roma






Comune di Bracciano


Bracciano

Cittadina del Lazio, in provincia di Roma (40,5 km) con 6.460 abitanti, situata a 288 m di altezza in posizione panoramica sul lato Sud Ovest del lago omonimo. Stazione ferroviaria sulla linea Roma-Viterbo. Il territorio comunale, ampio 141,6 kmq e con 8.209 abitanti (9.521 nel 1991), è prevalentemente coltivato a vigneti e cereali, ma non mancano, pascoli e macchie.

Storia. Storicamente importante dal sec. XIV, quando divenne feudo degli Orsini; che, vi intrapresero nel sec. XV la costruzione del famoso castello, ove nel 1494 soggiornò Carlo VIII, impegnato nella campagna d'Italia.

Le truppe di Alessandro VI, dopo essere state ripetutamente sconfitte, riuscirono a occuparla solo nel 1501. Nel 1560 Pio IV restituì la cittadina agli Orsini, che furono creati duchi. Verso la metà del sec. XVII passò agli Odescalchi.




Urbanistica e Monumenti. Il castello, fatto costruire dagli Orsini (1470-85 c.), dalla possente mole, è a pianta pentagonale con torrioni cilindrici angolari e doppio ordine di finestre crociate; l'interno, ricco di mobili, sculture, ceramiche dei secc. XIV-XVI, accoglie affreschi della maniera di Antoniazzo Romano e degli Zuccari. Neoclassici sono la collegiata e il palazzo comunale.

Castello Odescalchi (1470-85). Eretto dagli Orsini, ha pianta quadrilatera irregolare: un lato è spezzato da una torre e, da un angolo, si stacca un corpo avanzato. Ha sei torri cilindriche, il cortile centrale triangolare, con un lato a portico e loggia.

Sul portone d'ingresso, affresco di Antoniazzo Romano (1491). In alcuni interni sono conservati gli arredi del XV e XVI; le pareti sono affrescate da artisti marchigiani del XVI e una sala decorata da artisti della scuola del Pisanello. E uno dei castelli piu interessanti del Lazio, anche per la sua posizione che domina il paese e il lago.

Lago di Bracciano. Chiamato anticamente lacus Sabatinus, occupa diverse cavità crateriche dei mt. Sabatini, di origine vulcanica. Ha forma quasi circolare con una superficie di 57,5 kmq, un diametro di 9,3 km, una profondità massima di 160 m e un modesto bacino imbrifero di 157 kmq.

Le acque sono di colore azzurro intenso, limpide e trasparenti. E' alimentato da piccole sorgenti, diversi torrentelli e da acque sotterranee. Una diga ne regola e controlla le oscillazioni di livello, immettendo l'acqua nell' acquedotto Paolo e scaricandola, in determinate circostanze, nel f. Arrone che sfocia nel Tirreno a S di Fregene.

La fauna è ricca e abbondante: vi si trovano numerose qualità di pesci (trote, lucci, lupetti, coregoni, pesci persici, ecc.). Le sponde settentrionali sono boscose e percorse da strade che collegano Bracciano ai centri rivieraschi; quelle meridionali sono paludose e gli unici centri abitati sono quelli di Anguillara Sabazia e di Vigna di Valle, base militare di idrovolanti (Centro Soccorso Aereo).




INFORMAZIONI UTILI:

STATO : Italia
REGIONE : Lazio
ALTITUDINE : 288 m s.l.m.
SUPERFICIE : 40,5 kmq
ABITANTI : 8.209
FRAZIONI : Cecchina, Pavona
COMUNI CONTIGUI: Vicarello, Vigna di Valle, Sambuco, Pisciarelli, Castel Giuliano
CAP : 00062
PREFISSO TEL. 06
NOME ABITANTI : Braccianesi
FESTA PATRONALE: 20 Gennaio
SANTO PATRONO : San Sebastiano
GIORNO DI MERCATO : Sabato




Foto di Bracciano

Veduta di Bracciano Lago di Bracciano Castello Odescalchi
Veduta di Bracciano Lago di Bracciano

Castello Odescalchi