comuni italiani

Lombardia


Località Lombarde

Piazza Pontida

Località turistiche lombarde

Ricordando il Barbarossa
Le lotte tra i Comuni contro il Barbarossa ha segnato la storia di Milano e della Lombardia. Queste vicende sono ricordate in una serie di feste che si svolgono tutti gli anni in diversi comuni della regione. Anche alcuni comuni, come Como e i paesi vicini, del Barbarossa non erano affatto nemici...

Pontida
I due avvenimenti della storia, collegati fra di loro, vengono rievocati ogni anno in Lombardia: Un giuramento e una battaglia. Il giuramento è quello di Pontida, dove è presente la famosa abbazia dove "li han visti giurare", e quelli che giuravano furono i delegati di Bergamo, Mantova, Brescia e Cremona, che con il capoluogo strinsero un solenne patto di alleanza contro Federico Barbarossa. Il 7 aprile 1167 nasce così la prima Lega Lombarda. La giornata viene ricordata a Pontida, dove un centinaio di figuranti in costume raccontano venticinque anni di storia che dall'incoronazione del Barbarossa al "giuramento", con suoni antichi e la lettura della poesia di Giovanni Berchet.

Legnano
Durante la Sagra del Carroccio a Legnano viene rievocata la battaglia del 29 maggio 1176 che vide la vittoria della Lega Lombarda sulle armate di Federico Barbarossa, per il riconoscimento delle autonomie comunali. Un migliaio di abitanti in costumi medioevali riprodotti sfilano seguiti dal Carroccio, sul quale viene celebrata la messa solenne e la benedizione di cavalli e fantini che parteciperanno al Palio delle otto Contrade dove si cavalca senza sella.

Ossuccio
Anche durante la Sagra di San Giovanni viene rievocato il Barbarossa. La manifestazione si svolge a Ossuccio, in provincia di Como, durante la quale viene ricordata la devastazione dell'isola Comacina, nel periodo delle lotte tra Milano e Como, da parte dei comaschi. Furono incendiate e distrutte case e chiese, e gli abitanti vennero messi in schiavitù e uccisi. Secoli più tardi, la popolazione riscoprirà i resti della chiesa di San Giovanni e la ricostruì. Ogni anno viene effettuata una processione di barche che raggiungono sull'isola che di fronte ad Ossuccio, mentre la sera prima una fantastica luminaria "illumina" il lago.




Como
A Como, in antichità, alleata fedele del Barbarossa vengono tributati grandi festeggiamenti quando questi, nel 1159, visitò la città, come ringraziamento del suo aiuto concreto nella sconfitta di Milano. Il Palio del Baradello rievoca quella visita con la disputa di tre gare, alle quali partecipano le squadre rappresentanti i borghi della città e dei comuni limitrofi. Le prove sono la Giostra del Saracino, un torneo a cavallo, la Cariolata, una corsa di carriole con un equipaggio di due atleti che si alternano nel ruolo di condotto e di conduttore, per finire la Regata delle Lucie, le tipiche barche descritte dal Manzoni nei Promessi Sposi. Il via alle competizioni viene dato con una cerimonia di apertura, il primo sabato di settembre, in piazza del Duomo, mentre con una grande "risottata" finiscono i festeggiamenti.

Mortara
A settembresi nel comune di Mortara, nella Lomellina, ha luogo una sfilata storica in costumi quattrocenteschi, per rievicare le sfarzose visite di Ludovico il Moro e di Beatrice d'Este alla cittadina. Si cominica con lo spettacolo degli sbandieratori, poi si svolge il Palio dell'oca, con pedine umane: le sette contrade schierano i propri capitani, castellane, alfieri e pedine. in contemporanea si celebra la Sagra del salame d'oca, offrendo ai visitatori questa deliziosa specialità gastronomica locale, condito dal risotto con la luganega.

Isola Dovarese e Vigevano
Anche a Isola Dovarese si svolge Il palio, una manifestazione "gonzaghesca" che nasce per onorare delle nozze di Filippo Gonzaga, duca di Mantova, con la figlia del signorotto di Isola. Sfila un corteo in abiti dell'epoca con maghi e mangiafuoco, una corsa di galli e gare di bocce, mentre le quattro contrade ha luogo nella piazza Ducale di Vigevano e ricorda la vita e i fasti degli Sforza. All'interno del Castello visconteo, le giornate passano tra banchetti, cacce e tornei, e il palio vuol mettere in evidenza proprio i giochi che dilettavano la corte.